Uno smartphone da 6" che diventa da 8" a comando? Samsung ci sta pensando (foto)

Uno smartphone da 6" che diventa da 8" a comando? Samsung ci sta pensando (foto)
Roberto Artigiani
Roberto Artigiani

Samsung ha svelato da praticamente solo una settimana i nuovi modelli che compongono la prestigiosa serie Galaxy S21, ma, anche se sappiamo che molto probabilmente non vedremo un nuovo Galaxy Note, altri top di gamma sono attesi per il resto dell'anno. In particolare il produttore coreano dovrebbe lanciare ben 3 dispositivi pieghevoli: Galaxy Z Fold 3, Galaxy Z Flip 2 e un terzo ancora ignoto. Alcuni stanno puntando proprio su questo le loro speranze di veder arrivare nel corso del 2021 il primo smartphone avvolgibile o arrotolabile che dir si voglia.

Il concetto è già stato esplorato da altri produttori, primo fra tutti LG che all'ultimo CES ha anche mostrato un prototipo, ma nel corso dei prossimi mesi dovremmo sentirne parlare sempre più spesso con telefoni simili in via di sviluppo da parte di Oppo e perfino TCL. Stando al brevetto registrato al WIPO e appena emerso, Samsung non vuole essere da meno e prepara una sua originale soluzione.

La certificazione (che potete leggere integralmente qui), mostra un dispositivo dotato di caratteristiche innovative e inedite che puntano a risolvere alcune delle problematiche implicite in uno smartphone che necessariamente deve muoversi. Le immagini contenute nel brevetto hanno fatto da base ai render pubblicati dai colleghi olandesi di Let's Go Digital, e rendono tutto molto più chiaro di quanto possano fare le parole.

Grazie a una serie di meccanismi, una rotaia interna e l'adozione di un pannello pieghevole, il display sarebbe in grado di passare da delle dimensioni tutto sommato compatte, ossia circa 6", a una diagonale quasi da tablet da 8". Il design infatti è impostato per permettere di allargare il telefono in larghezza.

Lo stesso avviene per il retro - non a caso si parla di dispositivo doppiamente retrattile - e il documento spiega anche le diverse opzioni possibili tra tessuto, pelle o metallica. A rendere il tutto decisamente originale è la costruzione a incastro della cornice che le permette di allungarsi e restringersi mantenendo la sua resistenza. Tutto il bordo dello smartphone comunque sarebbe ricoperto da una pellicola, per impedire a polvere e altri agenti di entrare all'interno del telefono.

Per il resto i render traggono molta ispirazione dall'aspetto degli ultimi Galaxy S21, come per il comparto fotografico principale, mentre la selfie camera dovrebbe essere implementata in un foro dello schermo e il lettore di impronte integrato al di sotto del display. Insomma, vi piacerebbe uno smartphone che si allarga o restringe all'evenienza?

Commenta