Honor e il post Huawei: partnership con tanti produttori di chip

Honor e il post Huawei: partnership con tanti produttori di chip
Vito Laminafra
Vito Laminafra

È passato solo qualche mese da quando Honor, brand secondario di Huawei, è stato venduto: questa operazione ha portato l'ormai indipendente Honor a eludere il ban imposto su Huawei dagli Stati Uniti e a iniziare la produzione di nuovi smartphone.

Nella giornata odierna è stato ufficializzato e presentato Honor V40 5G, primo dispositivo dopo l'addio con il colosso cinese, che monta un chip MediaTek, precisamente Dimensity 1000+. Secondo un report di Reuters, Honor avrebbe stretto delle collaborazioni non solo con MediaTek, ma anche con altri grandi produttori di chip come AMD, Micron Technology, Microsoft, Samsung, SK Hynix e Sony, per garantirsi le ultime tecnologie.

Durante l'evento di presentazione di V40 5G, il presidente dell'azienda George Zhao ha spiegato di come i primi tempi dopo la separazione da Huawei siano stati particolarmente duri, ma che adesso Honor punta a diversificare gli smartphone che andrà produrre, con dispositivi sia di fascia media che top di gamma, che verranno presentati durante l'anno in corso.

Commenta