Il nuovo re dei camera-phone si chiama Huawei Mate 40 Pro+: la prova di DxOMark (foto)

Il nuovo re dei camera-phone si chiama Huawei Mate 40 Pro+: la prova di DxOMark (foto)
Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca

Forse ce lo aspettavamo ma ora ne abbiamo la conferma: DxOMark ha incoronato un nuovo re dei camera-phone, il Huawei Mate 40 Pro+ (non disponibile nel mercato italiano) che succede a tutti gli effetti a suo fratello minore Mate 40 Pro. Il punteggio finale corrisponde a 139 punti, fissando un nuovo record per la classifica generale di DxOMark.

In fase di scatto Mate 40 Pro+ ha conseguito un parziale da 144 punti, mentre in fase di zoom gli è stato attribuito un parziale da 98. Sono tanti gli aspetti positivi, molti in comune con Mate 40 Pro: il range dinamico è ampio in tutte le condizioni, così come è buona la gestione dell'esposizione, il livello di dettaglio è sempre eccellente e l'autofocus sempre efficiente. Tra quelli negativi troviamo alcuni sporadici problemi di artefatti visivi e nella stima della profondità.

In fase di registrazione video il parziale ammonta a 115 punti. Anche in questo caso sono tanti i punti a favore di Mate 40 Pro+: il range dinamico è sempre ampio, stabilizzazione efficace in tutte le condizioni e il rapporto texture / rumore sempre ottimo. Tra quelli negativi troviamo giusto qualche sporadico problema di gestione delle ombre tra un frame e l'altro.

Per maggiori dettagli sulle analisi complete svolte da DxOMark sui comparti fotografici di Huawei Mate 40 Pro vi suggeriamo di leggere il post completo sul sito di DxOMark, dove troverete anche diversi esempi e confronti con iPhone 12 Pro Max e Xiaomi Mi 10 Ultra. Qui sotto trovate un riepilogo grafico dei test effettuati su Mate 40 Pro+.

Fonte: DxOMark

Commenta