Sygic con supporto ad Android Auto in rollout: l'attesa sta per finire! (video)

Sygic con supporto ad Android Auto in rollout: l'attesa sta per finire! (video)
Gabriele Rizzo
Gabriele Rizzo
Aggiornamenti

Uno dei grossi limiti di Android Auto, in oltre 5 anni di carriera, è stato la totale assenza di app di navigazione che non fossero gestite da Google (o che avessero stretto accordi commerciali con Big G, in alcuni mercati asiatici).

Questa limitazione ha portato per molto tempo malumori sia negli sviluppatori delle app di navigazione, impossibilitati dall'implementare questo tipo di supporto, sia negli utenti finali che si son dovuti rassegnare alle sole alternative funzionanti su Android Auto, o rinunciare alla visione sullo schermo dell'auto in favore dello schermo più piccolo del telefono con la propria app di navigazione preferita.

Le cose sono iniziate a cambiare da quest'estate, poiché è stata finalmente annunciata l'apertura a nuove categorie di app e, nella stessa occasione, sono stati rese note le prime app di navigazione che sarebbero arrivate entro la fine del 2020. Tra esse figura Sygic che, dopo una lunga attesa, ha finalmente rilasciato l'aggiornamento (versione 19.0.3 BETA) con il supporto ad Android Auto. L'aggiornamento è disponibile a scaglioni e quindi arriverà per tutti gli iscritti alla beta a breve.

Una volta installato l'aggiornamento, Sygic comparirà regolarmente nella lista di tutte le app di Android Auto, e una volta richiamata dalla schermata iniziale si potrà usare regolarmente.

L'interfaccia si presenta in maniera molto pulita. Abbiamo particolarmente apprezzato l'effetto di semi-trasparenza del menù delle opzioni, una scelta stilistica che permette di  continuare a visualizzare la porzione di mappa sullo sfondo.

Il supporto ai comandi vocali è totalmente da rivedere. Nei nostri test, Google Assistant capisce correttamente i punti di interesse, o gli indirizzi specifici verso i quali si vuole avviare la navigazione, ma Sygic effettua una ricerca senza trovare risultati. A quel punto bisognerebbe affidarsi alla tastiera integrata in Android Auto, ma effettuare quest'operazione è impossibile se si è in marcia. E tra le altre, nella schermata di ricerca non vi è nessun pulsante per immettere testo con la voce, dunque l'unica alternativa è passare da Google Assistant, ma ciò porterà (quasi) sempre a Sygic in errore. Le uniche volte in cui siamo riusciti ad impostare una navigazione correttamente è stato chiedendo, genericamente, di portarci ad una città.

Una grossissima limitazione è anche l'impossibilità di muovere la mappa o regolare lo zoom, e questo è un paletto che Google stessa ha imposto nelle sue linee guida per le app di navigazione. L'unico cambio permesso è tra visualizzazione 2D e 3D (quest'ultima solo con Sygic Premium)

Un'altra stranezza è il fatto che Sygic non interagisce in nessun modo con il widget fisso posto nella barra di navigazione (o nel secondo spazio, nel caso di schermi larghi), dunque è impossibile avere le indicazioni di navigazione se non si ha Sygic in primo piano.

Inoltre è bene notare come il supporto ad Android Auto non includa anche il supporto all'app sullo schermo del telefono, (forse è vero che l'app per telefoni sta per morire!), e non si interfaccia in nessun modo con la modalità Multi Display di cui vi abbiamo parlato qualche giorno fa.

Insomma un supporto che si è fatto attendere per molto tempo, ma che per ora non soddisfa a pieno tutte le aspettative. Certo, possiamo dire con soddisfazione che una delle app di navigazione più apprezzate di sempre è finalmente usufruibile anche su Android Auto, ma per ora i compromessi nell'utilizzo sono troppo difficili da digerire.

Aggiornamento 17 dicembre

Abbiamo aggiunto a seguire una breve video prova della versione beta di Sygic su Android Auto.

Commenta