Snapdragon 875 e 775G fanno faville su AnTuTu, e il merito sarebbe in parte di Samsung

Vincenzo Ronca

Arrivano interessanti novità nel mondo hardware per i dispositivi mobili, e in particolare per il settore dei chipset. Nelle ultime ore sono trapelati nuovi dettagli sulle performance che possiamo aspettarci dai nuovi top di gamma Qualcomm.

Il nuovo Snapdragon 875 di Qualcomm sarà il processore che animerà i veri smartphone top di gamma del 2021. Stando a quanto riferito su Weibo da Digital Chat Station, questo processore avrebbe totalizzato su AnTuTu un punteggio di circa il 30% più alto rispetto al massimo raggiunto dal suo predecessore Snapdragon 865+. Un risultato considerevole anche tenendo in considerazione che lo Snapdragon 875 è stato testato su AnTuTu a bordo di un dispositivo non identificato, probabilmente un prototipo non ottimizzato.

LEGGI ANCHE: Realme 7 5G, la recensione

Il merito dovrebbe risiedere in gran parte nel salto tecnologico che apporterà Snapdragon 875: questo SoC infatti è stato realizzato con il processo realizzativo a 5 nm EUV di Samsung, il quale permette di collocare più transistor a parità di superficie rispetto al processo realizzativo a 7 nm, quello impiegato per lo Snapdragon 865+.

Altrettanto bene sembra aver fatto anche lo Snapdragon 775G, il processore che andrà ad animare i nuovi dispositivi di gamma medio-alta del prossimo anno. Il risultato è stato impressionante se comparato a quello fatto registrare dallo Snapdragon 765G (+67%), che ha avvicinato Snapdragon 775G ai numeri fatti registrare nei test dallo Snapdragon 865.

È bene considerare che Qualcomm non sarà il primo produttore a lanciare dei processori basati su questo nuovo processo realizzativo: Apple ha già lanciato i suoi processori A14 negli iPhone 12 e Huawei ha fatto lo stesso con i Kirin 9000 integrati nella serie Mate 40. Questi ultimi sono stati parzialmente soffocati, dal punto di vista della produzione, dal ban inflitto dal governo statunitense a Huawei.

I nuovi Snapdragon 875 e 775G che promettono così bene dovrebbero essere annunciati ufficialmente entro la fine dell’anno da Qualcomm. Staremo a vedere chi saranno i primi smartphone a poterli sfoggiare al grande pubblico.

Via: Phone Arena
qualcomm