Cosa dovete sapere sulla nuova OriginOS di Vivo: feature principali e dispositivi compatibili (foto)

Vincenzo Ronca

Facendo seguito all’annuncio fatto qualche giorno fa, Vivo ha dettagliato in maniera ufficiale la sua OriginOS, la nuova interfaccia software che rinnova completamente la classica FunTouch del produttore cinese. Andiamo a vedere le sue principali peculiarità.

Sapevamo che la nuova OriginOS di Vivo avrebbe avuto come protagonisti principali i widget: le immagini presenti in galleria, che arrivano dalla presentazione tenuta da Vivo, mostrano come gli utenti avranno a disposizione un’interfaccia costituita da widget di diverse dimensioni per interagire con il sistema e rimanere aggiornati sulle informazioni principali. Le notifiche, denominate nano-alert, saranno essenzialmente degli aggiornamenti dei widget in tempo reale, analogamente a quanto vedevamo sui Windows Phone con i Live Tiles.

LEGGI ANCHE: tutte le novità dal Black Friday 2020

Vivo ha anche mostrato che gli aggiornamenti personali troveranno posto anche nella schermata di blocco, sotto l’indicazione dell’orario. Inoltre, sarà possibile personalizzare lo sfondo della sezione home e della schermata di blocco anche con contenuti animati: tra quelli proprietari Vivo ha mostrato degli interessanti sfondi dinamici in base all’ora del giorno.

Relativamente alla disponibilità sui suoi modelli di smartphone, Vivo ha annunciato che la OriginOS arriverà sotto forma di aggiornamento software distribuito in tre scaglioni principali. Nell’ambito del primo, il quale consisterà in una prima beta, verranno aggiornati i seguenti modelli entro gennaio 2021:

  • Vivo Nex 3S
  • Vivo X50 (comprese le varianti Pro e Pro Plus)
  • Vivo S7
  • Iqoo 5 Pro
  • Iqoo 5
  • Iqoo 3
  • Iqoo Pro
  • Iqoo
  • Iqoo Neo 3

Il secondo blocco di aggiornamenti dovrebbe completarsi entro metà febbraio 2021:

  • Vivo Nex 3 (compresa la variante 5G)
  • Vivo X30 (compresa la variante Pro)
  • Serie Iqoo Neo

L’ultimo blocco dovrebbe invece completarsi entro giugno 2021:

  • Vivo X27 (compresa la variante Pro)
  • Vivo S6
  • Vivo S5
  • Vivo S1 Pro
  • Vivo S1
  • Vivo Z6
  • Vivo Z5x
  • Vivo Z5i
  • Vivo Z5
  • Iqoo Z1x
  • Iqoo Z1
  • Vivo Nex S
  • Vivo Nex (variante con sensore sotto il display e dual-screen).

Le tempistiche appena elencato dovrebbero riferirsi agli utenti cinesi. Presumiamo che Vivo si prenderà più tempo per rilasciare la sua OriginOS in Europa e in Italia, dove ormai è ufficialmente attiva. Torneremo ad aggiornarvi quando l’azienda sarà più specifica sul rilascio per gli utenti occidentali.

Via: Android AuthorityFonte: Weibo
vivo