Pixel 5 non è un camera phone, secondo DxOMark (aggiornato: quasi meglio i selfie)

Nicola Ligas -

DxOmark ha pubblicato quest’oggi la sua recensione delle fotocamere posteriori del Pixel 5, e nonostante il punteggio raggiunto sia il più alto di qualsiasi altro Pixel finora, non basta ad elevare lo smartphone di Google nell’Olimpo della classifica; anzi, è ben lontano dalla vetta, con la sua quindicesima posizione.

Pixel 5 totalizza infatti 120 punti, piazzandosi a metà tra OnePlus 8 Pro (119) e Mate 30 Pro (121). Ma bisogna analizzare un po’ meglio questo punteggio per capirne il perché. La fotocamera principale raggiunge infatti i 129 punti, anche a scapito della presenza visibile di rumore in praticamente ogni scatto.

Ciò che ha fatto calare il punteggio però è il resto. Come prevedibile, l’assenza di una fotocamera con lunghezza focale maggiore ha penalizzato lo zoom, che oltre il 2x soffre molto nei dettagli, anche comparato al Pixel 4. E non se la cava meglio il grandangolo, che realizza buoni scatti in termini di esposizione e colori, ma ha un campo sensibilmente più stretto della concorrenza.

Ed anche i video sono sì buoni, con una stabilizzazione eccezionale (che croppa molto), ma soffrono con poca luce e presentano frame shifting e rumore in ogni condizione di luce.

Perché allora un po’ tutti vi dicono che i Pixel sono gli smartphone da battere nella fotografia? Perché nel punta e scatta quella fotocamera principale è effettivamente “imbattibile“, perché regala buoni scatti praticamente in ogni condizione. Se però andiamo ad analizzare ogni aspetto, dallo zoom al grandangolo, come fatto da DxOMark, ecco che i limiti rispetto alla concorrenza diventano più evidenti. Questo però non significa che l’esperienza Pixel non possa comunque essere la più consigliabile per “l’utente medio”. Essere migliore, non sempre significa essere il migliore.

Aggiornamento10/11/2020

È uscita quest’oggi la recensione della fotocamera frontale di Pixel 5, che in un certo senso fa meglio delle posteriori, piazzandosi al 10mo posto della classifica con 94 punti (il primo è a 104). Tra i pro abbiamo un buon intervallo dinamico specialmente con poca luce (ma solo nelle foto, non nei video), toni ben resi sulla pelle, ed una buona modalità ritratto; anche i video risultano ben stabilizzati e con una corretta esposizione del volto. Di contro proprio i volti possono andare fuori fuoco da distanza ravvicinata e l’esposizione non è sempre impeccabile.

Trovate l’intera prova sul sito di DxOMark, ma finché Google non cambierà qualcosa (molto) sul fronte hardware è impensabile che possa scalare nuovamente le classifiche. Come già osservato in precedenza però, per molti utenti l’esperienza offerta, pur con i suoi limiti, potrebbe comunque essere preferibile ad una più professionale.

Fonte: DxOMark
Google Pixel 5

Google Pixel 5

8.2

  • CPU
    octa 2.4 GHz
  • Display
    6" FHD+ / 1080 x 2340 px
  • RAM
    8 GB
  • Frontale
    8 Mpx ƒ/2.0
  • Fotocamera
    12,2 Mpx ƒ/1.7
  • Batteria
    4080 mAh
DxOMark