Come usare le gesture più intelligenti e nascoste dei Pixel su qualsiasi smartphone Android: alla scoperta di Tap, Tap (foto)

Vincenzo Ronca

Le gesture su smartphone sono un concetto abbastanza assodato nel mondo Android, soprattutto fino a qualche anno fa quando il modding sfornava tantissime alternative per gli utenti con diverse personalizzazioni e gesture a livello di sistema. Nell’ultimo anno, a partire da Android 10, le gesture sono tornate in voga. Oltre a quelle sul display, viste per tutti i dispositivi aggiornati ad Android 10 e con Motion Sense per i Pixel 4, Google aveva in mente anche di implementare quelle relative alla parte posteriore dello smartphone. Il progetto è stato ventilato per i Pixel più recenti durante le beta di Android 11 ma poi abbandonato, per fortuna qualcuno ci ha creduto di più e ha creato Tap, Tap.

Gesture di un’utilità e semplicità disarmanti

Tap, Tap è un’app sviluppata dal membro di XDA Quinny899, il quale ha deciso di basare l’app sui modelli di machine learning sviluppati da Google per i suoi Pixel 3 e Pixel 4, i quali a loro volta si basano sui giroscopi e accelerometri integrati nei dispositivi, e sui modelli TensorFlow. L’app permette quindi di associare un’ampia gamma di azioni su Android tramite i semplici doppio e triplo tap sul retro dello smartphone. Sì, avete capito bene: tramite dei semplici tap sarà possibile avviare app, accedere a opzioni rapide e persino associare routine create con Tasker. Il tutto senza la necessità di acquisire i permessi di root.

Abbiamo provato l’app sul nostro Pixel 2 XL aggiornato alla stabile di Android 11, senza aver acquisito permessi di root. Al primo avvio Tap, Tap vi chiederà i permessi di accessibilità e quelli per rimanere attiva in background: quest’ultimo è fondamentale affinché i tocchi sul retro del dispositivo vengano riconosciuti anche a schermo spento. L’interfaccia dell’app è davvero ben fatta, molto curata e pienamente coerente con l’interfaccia utente di Android 11 stock tanto che a volte ci si dimentica di stare usando un’app di terze parti. Nel menù troverete la sezione per associare al doppio tap diverse tipologie di azioni:

  • Lancia, la quale offre la possibilità di lanciare un’app, una scorciatoia, Google Assistant o la ricerca su web.
  • Azioni, che offre la possibilità di effettuare screenshot, accedere alle notifiche, bloccare lo schermo, gestire la barra di navigazione e la riproduzione musicale.
  • Utilità, che offre l’accesso alla torcia o all’avvio dello schermo diviso per più app.
  • Avanzate, dedicata all’associazione di eventi su Tasker.

Una volta creata l’azione sarà poi possibile associarle specifiche condizioni di avvio: tra le più utili abbiamo trovato schermo acceso o spento, dispositivo in carica e dispositivo poggiato su un piano. Per fare un esempio pratico, abbiamo impostato l’azione Screenshot al doppio tap con la condizione schermo acceso, mentre abbiamo associato sempre al doppio tap l’azione Torcia con la condizione schermo spento.

Non finisce qui: la sezione Eccezioni include diverse opzioni per le quali Tap, Tap è disattivata. Sicuramente è utile disattivare ogni tipo di gesture posteriore quando ci si trova in chiamata o quando il dispositivo è in carica. Nella sezione Notifiche potrete invece decidere come si comporta il dispositivo al riconoscimento di una gesture: può tornare molto utile, ad esempio, disattivare il risveglio del dispositivo a ogni riconoscimento altrimenti le gesture che hanno la condizione schermo spento non funzioneranno. Infine, nella sezione Gesture troviamo la possibilità di regolare la sensibilità del tocco per attivare le gesture posteriori e la selezione del modello di machine learning sul quale basare il riconoscimento automatico delle gesture.

In conclusione, questa è una delle app di personalizzazione che più ci ha sorpresi in positivo negli ultimi mesi: funziona benissimo, l’interfaccia grafica è piacevole, aggiornata e curata, ci sono una miriade di personalizzazioni rivolte sia all’utente che desidera procedure semplici e sia per quello che invece vuole “smanettare“, non vi sono annunci pubblicitari ed è completamente gratuita. L’app è attualmente in beta e lo sviluppatore vi avvertirà che i consumi energetici potrebbero non essere ottimizzati: su Pixel 2 XL non abbiamo notato particolari drain, nemmeno durante le ore notturne.

Download gratuito

Come già anticipato il download di Tap, Tap è gratuito e l’app non prevede alcun tipo di annunci pubblicitari: nell’app troverete una sezione dedicata alla possibilità di effettuare una donazione spontanea allo sviluppatore che ha fatto un lavoro encomiabile. L’app non è disponibile sul Play Store ma sul forum di XDA: qui in basso vi lasciamo il link al thread dedicato sul forum ufficiale e il link per il download manuale della versione più recente dell’app.

TapTap 0.8.1 Beta | Download APK

Tap, Tap Gesture da Android 11 | Thread ufficiale XDA