Google riprende la crociata per migliorare l’aspetto delle app resuscitando il blog dedicato al Material Design

Roberto Artigiani -

I fan del Material Design forse già se ne sono accorti: a inizio mese Google ha resuscitato il blog dedicato alle linee guida del canone estetico sotto la guida di un nuovo editor, Liam Spraldin. Nel corso di una sola giornata il sito è stato arricchito con ben otto nuovi post, molti più di quanti ne siano apparsi nei due anni precedenti.

I pezzi affrontano diversi aspetti del design sia dal punto di vista degli sviluppatori sia da quello degli appassionati. Si tratta di una serie di linee guida e idee pratiche che riguardano ogni aspetto visivo dal colore ai caratteri, dalle forme da preferire alle transizioni.

LEGGI ANCHE: Il 30 settembre Google presenterà Pixel 5

Chi segue il mondo Android da qualche anno ricorderà che il Material Design è stato lanciato all’epoca di Android 5.0 Lollipop. All’inizio si trattava solo di un insieme di regole base senza esempi concreti, ma poi nel tempo il linguaggio si è evoluto, vivendo successive versioni per rimanere attuale e moderno.

La nuova vita del blog si propone quindi l’obiettivo di rappresentare la fonte primaria sull’argomento offrendo notizie, ricerche, casi di studio ed esplorazioni su tutti gli aspetti del Material Design. Consigliamo a chi si occupa di disegnare applicazioni mobili, siti web o servizi online di visitarlo il nuovo sito e magari salvarlo tra i preferiti per ricordarsi di visitarlo frequentemente.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

Via: Android PoliceFonte: Google