Exynos meglio di Snapdragon? Samsung vuole provarci, con ARM e AMD

Giuseppe Tripodi

Qualche giorno fa Huawei ha annunciato ufficialmente che, per via del ban degli Stati Uniti, smetterà di produrre i suoi processori Kirin il 15 settembre: dopo questa data, Samsung rimarrà l’unico produttore di smartphone ad utilizzare chip proprietari per i propri dispositivi.

A tal proposito, sembra proprio che l’azienda coreana abbia intenzione di fare le cose in grande e sfidare Qualcomm con un SoC tutto nuovo, realizzato in collaborazione con ARM e AMD.

LEGGI ANCHE: Scoperte oltre 400 gravi falle nei chip Qualcomm: quasi tutti gli smartphone al mondo sono a rischio

La notizia arriva da un articolo di Business Korea, secondo cui Samsung sarebbe già in trattative con le due società per realizzare CPU e GPU completamente nuove, che permetterebbero al SoC (System on a Chip) dell’azienda coreana di competere con Qualcomm e primeggiare nel settore dei chip mobile.

D’altra parte, la collaborazione con ARM non è una novità assoluta: già a novembre dello scorso anno Samsung aveva annunciato che avrebbe interrotto lo sviluppo di CPU proprietarie per i suoi chip Exynos. Da questa notizia, era piuttosto facile intuire che per i processori dei futuri Galaxy, la società si sarebbe rivolta ad ARM. E proprio grazie partnership con quest’ultima, Samsung starebbe lavorando ad una nuova CPU basata su Cortex-X.

Il programma Cortex-X, annunciato a maggio da ARM, prevede proprio la collaborazione diretta con aziende interessate a realizzare CPU custom: il primo di questi core personalizzati, Cortex-X1, garantisce performance fino al 30% superiori rispetto ai Cortex-A77.

E se alle CPU ci pensa ARM, per la scheda video Samsung si sarebbe rivolta nientepopodimeno che ad AMD, che potrebbe realizzare una GPU custom da includere nel prossimo chip Exynos. Secondo Business Korea, Samsung punterebbe anche ad avere NPU (Neural Processing Unit) e modem migliori rispetto a quanto sarà in grado di offrire Qualcomm.

Insomma, con Huawei fuori dai giochi e MediaTek sempre più aggressiva con la nuova famiglia Dimensity, Samsung non vuole perdere l’occasione di ritagliarsi un nome di spicco nel panorama dei chip mobile.

Via: AndroidCentralFonte: BusinessKorea
qualcomm