Project Ara rivive nel nuovo brevetto di Xiaomi (foto)

Matteo Bottin

Project Ara, per chi non lo ricordasse, è stato un progetto di Google che puntava alla creazione di uno smartphone modulare, i cui componenti potessero essere sostituiti “al volo” in base alle esigenze. Su questa stessa idea LetsGoDigital ha riportato un brevetto molto interessante targato Xiaomi.

Il brevetto in questione mostra uno smartphone composto da due parti: un corpo (“main part”), che può contenere dei componenti a piacere, ed uno schermo (“split part”). Le due parti verrebbero poi a collegarsi tramite un paio di connettori posti sulla parte inferiore del corpo.

Ma non è questa la parte più interessante: sarebbe possibile utilizzare le due parti “separatamente”. Potremmo infatti tenere lo schermo in mano mentre il corpo trasmette dei dati via wireless con il contenuto. Per la ricarica, della parte con lo schermo si utilizzerebbe la ricarica wireless.

Questa può sembrare una idea bislacca, ma potrebbe essere più utile del previsto: potremmo utilizzare principalmente lo schermo, molto leggero e quindi più semplice da trasportare, e estrarre il corpo solo per operazioni come lo scatto di una foto.

LEGGI ANCHE: Pete Lau ingolosisce i fan in attesa della nuova OxygenOS 11

E visto che parliamo di foto, potremmo anche scattare una foto in remoto, mentre noi, da tutt’altra parte, teniamo lo schermo. Ovviamente poi ci sarebbe il vantaggio di sostituire rapidamente solamente lo schermo in caso di rottura.

Via: Let's Go DigitalFonte: Brevetto Xiaomi
brevetti