Huawei gongola: mai così bene da 9 anni e si tiene stretto il dominio sul mercato cinese (aggiornato)

Giovanni Bortolan

E chi l’ha detto che Huawei è in calo? Diciamocelo, non sono stati mesi facili per il colosso cinese. Il ban da parte degli Stati Uniti è un duro colpo che molto probabilmente avrebbe sancito la fine di molti altri produttori, qualora fosse toccato a loro. Eppure Huawei ha dimostrato di avere le spalle larghe, a dimostrazione del fatto che i loro sforzi per creare un ecosistema completo e solido non sono stati vani.

A confermare tutto ciò è Canalys, che attraverso l’ultimo report ci notifica del fatto che il Q2 2020 sia stato per Huawei estremamente positivo, a tal punto da renderlo il primo quarto in 9 anni in cui l’azienda ha superato sia Samsung che Apple in termini di dispositivi spediti. Nonostante il numero detto risulti inferiore del 5% rispetto lo scorso anno, Huawei è riuscita comunque a far partire 55,8 milioni di smartphone, travolgendo il rivale coreano (crollato del 30%).

Il merito (e fa strano definirlo tale) va dato alla pandemia di Covid-19, come afferma Ben Stanton, analista di Canalys. “Se non fosse stato per la pandemia, Huawei non sarebbe riuscita a trarre vantaggio dalla situazione economica cinese, in disperato bisogno di risalita”. Questo impeto di crescita ha di fatto permesso all’azienda cinese di assicurarsi un solido 70% di quota di mercato sul territorio, ridicolizzando la concorrenza (per la cronaca Samsung si “accontenta” dell’1%).

LEGGI ANCHE: Huawei vola in patria: quasi la metà degli smartphone sono suoi e monopolizza anche il segmento 5G

A questo punto la domanda rimane una sola: ce la farà Huawei, forte della sua posizione, a mantenere il dominio del mercato cinese? La concorrenza è tanta e in perenne evoluzione, mai abbassare la guardia.

Aggiornamento31/07/2020

A confermare il successo di Huawei arriva anche IDC, altro organo di ricerca che attraverso il proprio Worldwide Quarterly Mobile Phone Tracker racconta di un produttore cinese che per la prima volta raggiunge la posizione numero 1.

Con il mercato in forte declino per via della pandemia, Huawei ha raggiunto la sua quota più alta di sempre (20,0%) del mercato globale degli smartphone. Ciò è stato guidato dall’enorme crescita di Huawei in Cina – quasi il 10% su base annua – che ha compensato i forti trend negativi che l’azienda ha dovuto affrontare in ogni altra regione. In prospettiva, l’impatto del ban degli Stati Uniti continuerà a creare incertezza per Huawei sui mercati esteri.

Company 2Q20 Shipment Volumes 2Q20 Market Share 2Q19 Shipment Volumes 2Q19 Market Share Year-Over-Year Change
Huawei 55.8 20.0% 58.7 17.7% -5.1%
Samsung 54.2 19.5% 76.2 23.0% -28.9%
Apple 37.6 13.5% 33.8 10.2% 11.2%
Xiaomi 28.5 10.2% 32.3 9.7% -11.8%
OPPO 24.0 8.6% 29.5 8.9% -18.8%
Others 78.4 28.2% 101.0 30.5% -22.3%
Total 278.4 100.0% 331.5 100.0% -16.0%

Fonte: Canalys, IDC
Apple