L’Exynos 990 di Galaxy Note 20 avrà una marcia in più rispetto a quello di S20, ecco quale

Vincenzo Ronca

Da sempre Samsung adotta per le sue serie di smartphone Galaxy Note e Galaxy S dei processori Exynos nei mercati europei e dei processori Snapdragon nel mercato statunitense. Questo ha sempre generato confronti e malumori a causa delle inevitabili differenze tra i prodotti Exynos e quelli di Qualcomm.

Per la serie Galaxy Note 20, che è in arrivo il prossimo 5 agosto, sappiamo che Samsung adotterà il SoC Exynos 990 già visto sulla serie Galaxy S20 presentata lo scorso febbraio. Stando a quanto recentemente indicato da SamMobile, gli Exynos 990 che vedremo su Note 20 saranno particolarmente ottimizzati a livello di gestione del calore, offrendo persino delle prestazioni paragonabili a quelle offerte da Snapdragon 865+ pur mantenendo delle temperature più basse. Questo dovrebbe implicare un minor consumo energetico.

LEGGI ANCHE: OnePlus Nord, la recensione

Dunque, sulla carta S20 e Note 20 avranno lo stesso processore ma nella pratica per i nuovi dispositivi Samsung in arrivo sarà come poter contare su un Exynos 990+, sebbene questo non esista formalmente sul mercato. È da considerare che SamMobile indica la voce come rumor, staremo a vedere se sul campo Galaxy Note 20 dimostrerà questo passo in avanti rispetto a S20.

Fonte: SamMobile
Exynos