Huawei vola in patria: quasi la metà degli smartphone sono suoi e monopolizza anche il segmento 5G

Edoardo Carlo Ceretti Ecco l'ultimo report di Counterpoint sul mercato smartphone cinese.

Da quando ha iniziato ad incontrare più difficoltà del dovuto sul mercato internazionale, a causa dei noti contrasti con il governo degli Stati Uniti, Huawei ha reagito ricominciando a puntare fortissimo sul suo mercato domestico e i frutti non hanno tardato ad arrivare. Nel secondo trimestre di questo 2020 in particolare, il produttore sta letteralmente volando nel mercato cinese, secondo l’ultimo report di Counterpoint.

Huawei da sola riesce infatti a catalizzare quasi la metà dell’intero mercato smartphone (46%), distanziando di un abisso il primo inseguitore (Vivo, 16%). Subito dopo troviamo OPPO, al 15%, e poi Apple e Xiaomi, appaiate al 9%. La crescita su base annua di Huawei è stata del 14%, seconda soltanto a quella di Apple (+32%), grazie alla serie iPhone 11 e al nuovo iPhone SE 2020, che continuano a macinare grandi numeri in Cina. Gli altri produttori subiscono invece il contraccolpo di un mercato in rallentamento e dell’emergenza sanitaria.

LEGGI ANCHE: Huawei P40 Pro+, la recensione

In chiusura, spendiamo qualche parola anche sul fronte degli smartphone 5G, ancora di nicchia rispetto alla totalità del mercato, ma destinato ad assumere un ruolo preponderante nei prossimi anni. Forte della sua supremazia tecnologica, Huawei in questo momento sta letteralmente dominando la scena, dato che ben il 60% degli smartphone 5G sul suolo cinese sono proprio a marchio Huawei. Seguono a debita distanza Vivo, OPPO e Xiaomi.

Via: Huawei Central
Applevivo