Realizzato in Cina il primo display in grado di riconoscere le impronte digitali da qualunque punto (foto)

Realizzato in Cina il primo display in grado di riconoscere le impronte digitali da qualunque punto (foto)
Roberto Artigiani
Roberto Artigiani

Negli ultimi tempi i lettori di impronte hanno iniziato a spostarsi dal retro o dal fianco del dispositivo finendo sotto lo schermo. Recentemente abbiamo visto diffondersi questo tipo di tecnologia, inizialmente appannaggio dei top di gamma, anche su modelli di fascia media e probabilmente presto rimpiazzerà i lettori tradizionali. Fino a oggi però solamente i pannelli OLED sono in grado di offrire questo tipo di soluzione, ma la ricerca per portare lo stesso vantaggio anche su monitor LCD sta facendo grandi progressi.

Proprio all'inizio dell'anno infatti Fortsense ha annunciato di essere riuscito a realizzare pannelli a matrice LCD (TN, IPS e altri) con lettore di impronte digitali integrato. Oggi invece Tianma, la più grande produttore cinese di display LCD, ha presentato una tecnologia che trasforma l'intera superficie dello schermo in un lettore di impronte. L'azienda inoltre ha dichiarato di essere pronta ad avviare la produzione di massa e di aver già inviato dei campioni ai suoi partner in tutto il mondo.

La nuova tecnologia è stata battezzata TED Finger Print (o più brevemente TFP) e permette a uno schermo di mostrare immagini, reagire al tocco e riconoscere le impronte digitali allo stesso tempo. Il riconoscimento non avviene in una specifica area, come avviene ora su molti smartphone, ma ovunque. Al momento la tecnologia consente di identificare una singola impronta, ma entro il 2021 potrà riconoscere più impronte contemporaneamente. Inoltre durante il processo di sviluppo inoltre l'azienda è riuscita a ridurre lo spessore del display del 50%

Le potenzialità di una soluzione del genere sono molteplici e possono portare per esempio alla scomparsa delle schermate di accesso, visto che l'impronta viene riconosciuta già al momento del tap per avviare l'app.

Via: GizChina
Fonte: MyDrivers

Commenta