Adobe punta seriamente sulla fotografia mobile e assume uno dei maghi della Google Camera

Vincenzo Ronca

Nella storia recente Google ha giocato sicuramente da protagonista nel campo della fotografia per il settore smartphone, grazie ai suoi incredibili algoritmi software che permettono scatti impressionanti con un hardware ordinario.

Uno dei principali fautori del successo della Google Camera degli ultimi anni, Marc Levoy che ha lavorato all’implementazione di funzionalità come HDR+, Night Sight e Ritratto, ha lasciato BigG per unirsi ad Adobe. Questo la dice lunga sulla volontà di Adobe nel puntare sulla fotografia per il settore mobile, con l’obiettivo di creare un’app relativamente universale che offra delle alte performance sulla stragrande maggioranza di smartphone.

LEGGI ANCHE: Google Pixel Buds, la recensione

Adobe non è nuova nel campo delle app fotografiche per smartphone, recentemente ha infatti lanciato la Photoshop Camera e quella integrata in Adobe Lightroom. Il nuovo obiettivo dell’azienda statunitense è centrato probabilmente su un’app specifica per lo scatto fotografico quotidiano, una sorta di Google Camera che funzioni su tutti gli smartphone senza ricorrere a porting o a procedure di modding,

Via: The Verge
adobe