E se alla fine Galaxy Note 20 costasse meno di Galaxy Note 10?

Edoardo Carlo Ceretti Nuove voci confermano un prezzo aggressivo per i nuovi top di gamma con S-Pen di Samsung.

Poco più di tre settimane ci separano dal 5 agosto, giorno fissato da Samsung per il suo prossimo grande evento di presentazione che, sebbene online, sarà ricordato come uno dei più ricchi di sempre. I protagonisti assoluti però saranno loro, i nuovi Galaxy Note 20, pronti a rappresentare la miglior scelta per chi cercherà uno smartphone top di gamma nella seconda metà del 2020. Ci si attende un passo in avanti sotto ogni punto di vista rispetto ai predecessori Galaxy Note 10. Persino nel rapporto qualità-prezzo?

Fin qui infatti, ci saremmo aspettati che i nuovi Galaxy Note 20 avrebbero seguito la ben poco lusinghiera tendenza che vede i dispositivi top di gamma avanzare sempre di più nel prezzo, ben oltre la soglia psicologica dei mille euro. Dalla Corea del Sud però, patria di Samsung, giungono voci che vedono il produttore intenzionato a interrompere questa deriva dei prezzi, optando per un approccio più aggressivo.

LEGGI ANCHE: Galaxy Note 20 nel primo video hands-on

Lo scorso anno infatti, Galaxy Note 10 partiva da un prezzo di listino di 1,25 milioni di won, corrispondenti a circa 922€; quest’anno invece, Galaxy Note 20 potrebbe contenere l’esborso a 1,2 milioni di won, circa 885€. Un mezzo miracolo, visto che il nuovo modello sarà comunque uno smartphone ancora più completo e rifinito del suo predecessore. E persino l’estremo Galaxy Note 20 Ultra dovrebbe costare un po’ meno rispetto a Galaxy Note 10+, ovvero 1,45 milioni di won (circa 1.069€), contro la somma di 1,5 milioni di won (circa 1.106€) richiesta l’anno passato.

Prendendo per buone queste indiscrezioni, per quanto riguarda il nostro mercato non è detto che si tradurrebbero automaticamente in un taglio del prezzo rispetto al listino di Galaxy Note 10 e Note 10+ (rispettivamente 979€ e 1.129€), ma probabilmente molti prossimi acquirenti dei Galaxy Note 20 si accontenterebbero di evitare l’ennesimo incremento. Per scoprirlo una volta per tutte, occorrerà attendere il 5 agosto.

Via: PhoneArenaFonte: Naver