Più realismo nell’AR grazie all’API di profondità ARCore (foto)

Federica Papagni

Lo scorso anno Google aveva annunciato attraverso un’anteprima l’API di profondità ARCore, utile per migliorare la resa realistica dell’AR. Ora l’API Depth ARCore entra ufficialmente in gioco su Android.

Grazie a questa tecnologia viene creata una mappa di profondità utilizzando una singola fotocamera RGB e con il calcolo della distanza di ogni pixel, gli oggetti digitali appaiono con precisione dietro a quelli reali. Questa funzionalità è chiamata occlusione ed è utilissima per migliorare incredibilmente l’esperienza realistica dell’AR.

L’API Depth con la versione 1.18 di ARCore (Google Play Services per AR) sarà disponibile per un numero altissimo di dispositivi Android compatibili, e per mostrare quali possano essere i risultati ottenibili combinando l’occlusione con altre funzionalità, di seguito riportiamo alcuni esempi di app terze che sfruttano questa tecnologia.

In primis parliamo di Snapchat, la quale ha creato e aggiornato alcune delle sue lenti per ben impiegare l’API di profondità, come ad esempio la Dancing Hotdog e il nuovo sistema subacqueo sottomarino per Android. Come è possibile notale nell’immagine in galleria, muovendo il dispositivo il simpatico hotdog danzante scompare completamente quando viene inquadrato il retro del divano.

LEGGI ANCHE: In arrivo il supporto ai dati mobili e alla condivisione dei giochi su Stadia

Anche Samsung ha messo il suo zampino in questo elenco di esempi, dal momento che sfrutterà l’API in questione nella sua app Quick Measure su Galaxy Note 10+ e S20 Ultra, che sarà aggiornata nei prossimi mesi. Per incrementare la qualità del risultato, i già utilizzati sensori di volo (ToF) sono combinati con questa tecnologia, il che consente una riduzione del tempo di scansione e una certa rapidità nel rilevamento areo.

Sempre dal lato intrattenimento, ecco la demo Lines of Play sviluppata da Google Creative Lab in cui l’occlusione è stata affiancata dalla collisione. Utilizzando le informazioni di profondità raccolte, è possibile creare degli elaborati percorsi di domino semplicemente inquadrando lo spazio e guardando l’immagine in calce potete notare quanto la fisica sia realistica, visto che le tessere si scontrano con le pareti e i mobili presenti nella stanza.

Infine nell’ambito utilità, entra in gioco l’app TeamViewer Pilot, una soluzione di assistenza remota che abilita le annotazioni AR nelle videochiamate, applicabili perfettamente nello spazio circostante grazie al calcolo della profondità.

Immagini

Via: 9to5Google Fonte: Google blog