Grazie ad Android 11, il primo accesso alle app su un nuovo dispositivo non sarà più un incubo

Edoardo Carlo Ceretti A patto che gli sviluppatori decidano di supportare le nuove API Block Store, che Google ha messo a punto.

Chi è abituato a cambiare smartphone con una certa frequenza, sa benissimo che, su Android, configurare un nuovo dispositivo esattamente come avevamo sistemato il suo predecessore, sia una delle operazioni più frustranti che si possa immaginare. Lato app, oltre a doverle reinstallare tutte, il grande scoglio è rifare il login in ognuna di esse, anche a causa di qualche password che puntualmente non ci torna in mente su due piedi. Tenetevi forte però, perché sembra proprio che Google abbia finalmente deciso di risolvere questo annoso problema.

L’occasione è il prossimo rilascio di Android 11, che fra le tante novità nel suo carniere, vanterà anche Block Store. Si tratta di nuove API, che promettono di rivoluzionare l’esperienza di configurazione di un nuovo dispositivo, che si tratti di smartphone, Android TV, Android Auto o altro ancora.

LEGGI ANCHE: Xiaomi Mi 10 Lite, la recensione

Il funzionamento è piuttosto semplice: una volta introdotta questa novità, le app del vostro smartphone genereranno dei token univoci, che verranno salvati all’interno del vostro account Google, protetti dalla crittografia end-to-end. Nel momento della configurazione di un nuovo dispositivo, in cui avrete effettuato il login tramite l’account Google, i token verranno ripristinati, permettendovi di accedere agli account di ciascuna app in un lampo, senza più inutili frustrazioni.

Un quadretto idilliaco, se non fosse che, come è logico che sia, ciascun sviluppatore di app dovrà decidere di supportare le nuove API Block Store, per rendere disponibile questa funzionalità agli utenti. È dunque possibile che, inizialmente, questa novità si diffonderà lentamente, ma una volta a regime potrebbe rivelarsi una delle più utili fra quelle introdotte da Android 11. Non vi pare?

Via: Android Police