Huawei vuole vincere la corsa del primo smartphone con fotocamera sotto al display, sarà il prossimo Honor Magic?

Le ultime voci dalla Cina parlano di un accordo di esclusiva sulla nuova tecnologia
Huawei vuole vincere la corsa del primo smartphone con fotocamera sotto al display, sarà il prossimo Honor Magic?
Roberto Artigiani
Roberto Artigiani

Lo scorso anno abbiamo assistito a una gara ferrata tra Samsung e Huawei per il lancio del primo smartphone con schermo pieghevole. La gara in realtà è stata vinta da un terzo contendente, il poco noto Royole FlexPai, ma tra i due colossi della tecnologia a spuntarla è stata Samsung con Galaxy Fold. Quest'anno la storia sembra ripetersi con la fotocamera al di sotto del display, ma le cose potrebbero andare diversamente: Huawei si sta impegnando per non finire un'altra volta seconda.

Sappiamo che al momento sono diversi i produttori che stanno lavorando su questa soluzione futuristica e Oppo e Xiaomi hanno già mostrato i loro primi prototipi. Anche stavolta quindi Huawei appare in ritardo rispetto alla concorrenza, ma le ultime voci che arrivano dalla Cina parlano di un oscuro lavoro dietro le quinte. Pare infatti che l'azienda cinese infatti avrebbe stretto un accordo di fornitura in esclusiva con Visionox, il produttore di pannelli che ha recentemente annunciato di essere pronto ad avviare la produzione di massa di display con fotocamera integrata.

Se la cosa fosse confermata questo si tradurrebbe in un bel vantaggio visto che gli altri produttori non sembrano aver raggiunto ancora a uno stadio così avanzato. Il primo smartphone a sfoggiare la nuova tecnologia potrebbe essere il prossimo Honor Magic 3, ma prima di sarà necessario lavorare sul software. Se anche i pannelli fossero pronti ad essere implementati, Huawei dovrebbe necessariamente affinare il software della fotocamera per eliminare una serie di artefatti e distorsioni inevitabili per una lente posta al di sotto dei pixel dello schermo.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

Via: GizmoChina
Fonte: ITHome, Sohu

Commenta