Samsung sta infrangendo i termini di utilizzo di Google con la sua Galaxy Wearable: ecco perché (video)

Vincenzo Ronca

Samsung da tempo supporta i suoi dispositivi indossabili anche attraverso l’app Android denominata Galaxy Wearable, la stessa app con la quale sembra stia violando i termini di servizio di Google e del Play Store.

La vicenda è stata portata alla luce da Max Weinbach di XDA: provando a impostare il proprio account Samsung Pay attraverso l’app Galaxy Wearable per il suo Galaxy Watch Active 2, ha notato che l’app ha forzato l’installazione del plugin di Samsung Pay prelevandola dai server Samsung e bypassando completamente il Play Store. Questo è un cambiamento significativo rispetto al passato e indica una violazione dei termini di servizio del Play Store da parte di Samsung.

LEGGI ANCHE: i migliori smartphone 5G del momento

Secondo i termini di Google infatti, sul Play Store non può essere presente un prodotto che renda a sua volta disponibili dei contenuti o prodotti bypassando completamente il Play Store. Sarebbe proprio questo il caso di Galaxy Wearable, il quale è presente anche sul Play Store e fornisce il plugin di Samsung Pay bypassando il Play Store stesso.

È bene precisare che Galaxy Wearable è disponibile anche su Galaxy Store: non sappiamo se si è trattato di un banale errore da parte di Samsung che verrà tempestivamente corretto oppure se Google ricorrerà invece alla rimozione di Galaxy Wearable dal Play Store, come prevedrebbero i suoi termini di utilizzo.

Via: 9to5GoogleFonte: Max Weinbach (Twitter)