Trapelano le specifiche del comparto fotografico di Samsung Galaxy Note 20+, addio al ToF? (foto)

Roberto Artigiani

Il lancio della serie Galaxy Note 20 è previsto per la fine di agosto, ma anche se Samsung dovesse rimandare per via della pandemia di COVID-19 le speranze sono comunque poste per una presentazione entro la fine dell’estate. Naturale quindi che con l’avvicinarsi della scadenza le informazioni trapelate aumentino, come una marea, e si facciamo sempre più specifiche. In questo senso il noto leakster IceUniverse continua a pubblicare piccoli scoop sui social.

Dopo aver demolito la speranze iniziali di vedere su Galaxy Note 20+ un sensore con zoom 100x, si è spinto un po’ più in là illustrando le specifiche del comparto fotografico del dispositivo. Vi riportiamo il contenuto del suo post (tradotto dal cinese con Google Translate, come potete vedere in galleria), secondo quello che ha postato la tripla fotocamera posteriore sarebbe organizzata attorno al sensore principale Samsung Bright HM1 da 1/1,33″ e 108 MP (lo stesso di Galaxy S20 Ultra) con autofocus laser al posto del ToF – con cui alcuni smanettoni si stavano divertendo non poco.

LEGGI ANCHE: Ora potete ascoltare le nostre notizie anche tramite Alexa

A seguire troviamo un sensore grandangolare ISOCELL Fast 2L3 da 1/2,55″ e 12 MP con PDAF e un terzo sensore periscopico Samsung Slim 3M5 da 1/3,4″ e 13 MP. Data la dimensione minore di quest’ultimo rispetto a quello montato su Galaxy S20 Ultra, IceUniverse afferma che lo zoom massimo non potrà raggiungere i 100x dovendosi quindi fermare a “solo” 50x. Come sempre, per quanto la cosa appare plausibile e provenga da una fonte solitamente attendibile, vi invitiamo a prendere questi dettagli con le pinze.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

Via: GSMArenaFonte: Weibo