Avete provato l’ultima novità di Google Maps? Cos’è Plus Code, tanto semplice quanto rivoluzionaria (foto)

Vincenzo Ronca

Google ha appena introdotto un’interessante novità per Maps, la sua piattaforma di gestione delle mappe, che ha lo scopo di rendere molto più semplice la geolocalizzazione degli utenti anche in casi particolari.

La novità si chiama Plus Code: si tratta appunto di un codice alfanumerico di sei tra caratteri e cifre, dove le prime quattro sono separate da un “+” dalle ultime due. Come mostra l’animazione presente in fondo all’articolo, il codice ha lo scopo di geolocalizzare l’utente anche se non si conosce l’indirizzo o la zona in cui ci si trova.  Il codice è ovviamente univoco, a ogni codice corrisponde un unico luogo, ed è facilmente accessibile direttamente tramite un tap sul pallino blu che indica l’attuale posizione sulla mappa.

LEGGI ANCHE: Realme X3 Superzoom, la recensione

Il codice è facilmente condivisibile con altri utenti e ricercabile tramite Google Maps e la Ricerca Google. I Plus Code sono accessibili anche offline e la tecnologia per generarli è open source, Google ha pubblicato il progetto a questo indirizzo. La tecnologia è stata implementata dal 2015, ma con l’ultimo aggiornamento Google l’ha resa molto più accessibile.

La novità lanciata da Google è volta soprattutto alle situazioni di crisi e d’emergenza nelle quali localizzarsi risulta molto difficile: in casi come questi Plus Code può giocare un ruolo fondamentale. La nuova funzionalità è attualmente in fase di distribuzione via server su Google Maps per Android, noi l’abbiamo già ricevuta.

Fonte: Google