Il prossimo Snapdragon 875 userà i nuovi core Cortex di ARM, a beneficio delle performance

Giovanni Bortolan

Con la recente introduzione da parte di ARM dei nuovi Cortex A78 e Cortex X1, si può iniziare a parlare anche della nuova generazione di chip top di gamma di Qualcomm. Secondo dei recenti report infatti, il prossimo Snapdragon 875 sarà equipaggiato con una combinazione di Cortex X1 Super Core + Cortex A78, e non è da escludere una eventuale adozione di questa accoppiata anche da parte di Samsung.

A partire dal chip Snapdragon 855, Qualcomm ha introdotto un’architettura a triplo cluster “1+3+4”, composta da 1 super core, con a corredo 3 core grandi e 4 core minori a risparmio energetico. Per fare un esempio in termini pratici, lo Snapdragon 865 è composto da 1 Cortex A77 + 3 Cortex A77 + 4 Cortex A55. Anche questa volta dovrebbe accadere la medesima cosa, con i consueti miglioramenti prestazionali rispetto la precedente generazione.

Ciò significa che la configurazione 1+3+4 a bordo di Snapdragon 875, in unione ai nuovi Cortex porterà ad un aumento complessivo delle prestazioni piuttosto notevole. Ricordiamo infatti che il Cortex X1 ha delle prestazioni di picco superiori del 30% rispetto al Cortex A77, mentre il Cortex X1 raddoppia le precedenti capacità di apprendimento automatico.

LEGGI ANCHE: Huawei ha una grossa gatta da pelare riguardo i processori: oggi Kirin e Mediatek, ma domani?

Come di consueto, il Qualcomm Snapdragon 875 sarà presentato durante il quarto trimestre dell’anno. Sebbene all’inizio si parlasse di un possibile annuncio anticipato, l’arrivo della pandemia di coronavirus ha sballato i piani di innumerevoli produttori. Riteniamo pertanto la pista della presentazione anticipata ad oggi poco concreta.

Fonte: Gizchina
armqualcomm