Xiaomi ha ristretto il suo Mi Box: in arrivo una Mi TV Stick con Android TV (aggiornato: conferma ufficiale)

Edoardo Carlo Ceretti

Nell’ambito dei box Android TV economici, il Mi Box S di Xiaomi la fa assolutamente da padrone, ormai affermatosi come una delle poche proposte valide nell’offrire un’esperienza di utilizzo più che soddisfacente. Ma il produttore cinese si starebbe preparando a giocare una nuova carta vincente.

Si tratta di Mi TV Stick, un dispositivo di cui abbiamo avuto le prime avvisaglie circa un mese fa e che dovrebbe offrire la stessa piattaforma hardware di Mi Box S, oltre ad un software sempre basato su Android TV, in dimensioni molto più compatte, ovvero quelle di un classico dongle HDMI.

LEGGI ANCHE: Xiaomi Mi TV 4A 32, la recensione

Il SoC sarebbe infatti il classico Amlogic S905 (versione Y2) quad core, con GPU Mali-G31, 2 GB di RAM e 8 GB di memoria interna. E non mancheranno il supporto a Google Assistant, a tutte i principali servizi di streaming on demand (Netflix ecc.) e persino alla riproduzione in 4K HDR.

Secondo Gearbest, l’e-commerce d’importazione dalla Cina su cui è comparso a sorpresa questa Mi TV Stick, il prezzo di partenza sarebbe di 79$, ovvero più alto rispetto ai 59$ richiesti per il rodatissimo Mi Box S. Non è detto però che non si tratti di un prezzo gonfiato in vista di un lancio in anteprima del dispositivo, dunque su questo aspetto è bene non farci troppo affidamento per ora. Staremo a vedere però quando Xiaomi annuncerà ufficialmente Mi TV Stick.

Aggiornamento26/05/2020

Durante un evento in live streaming in Germania, Xiaomi ha brevemente mostrato un’immagine che ritrae Mi TV Stick, ovvero il suo dongle HDMI con Android TV ormai prossimo al lancio. Sebbene la conferma sia dunque ufficiale, il produttore non ha rilasciato ulteriori dettagli in merito, ma possiamo notare la presenza del telecomando, con pulsanti dedicati a Netflix e Prime Video. È probabile che l’annuncio definitivo, con tanto di prezzo e disponibilità, non tarderà ancora molto.


Via: 9to5 Google, Winfuture.de