OnePlus, Realme, Black Shark e Meizu si adeguano allo standard di trasferimento file lanciato da Xiaomi, Oppo e vivo

Enrico Paccusse La Cina fa fronte comune

Lo scorso agosto, Xiaomi, OPPO e vivo si erano unite in una sorta di allenza al fine di creare un protocollo comune per il trasferimento dei file tra dispositivi diversi, con l’obiettivo di offrire un’efficienza migliore rispetto al bluetooth nello stile di ciò che conosciamo come AirDrop per il mondo iOS.

Dopo mesi di sviluppo, le prime tracce sono iniziate a comparire sui dispositivi Xiaomi e vivo. Ora è già tempo di espandere la base dei produttori con l’inserimento di altre quattro società: OnePlus, Black Shark, Realme e Meizu.

LEGGI ANCHE: MIUI 12 ufficiale: tutte le novità! (video)

Secondo quanto comunicato su Weibo, il nuovo protocollo potrebbe toccare più di 400 milioni di utenti in tutto il mondo, e supporterebbe la condivisione di qualsiasi tipo di file, con velocità fino a 20 Mbps in buone condizioni di rete.

Non rimane che attendere ulteriori comunicati da parte delle società coinvolte con maggiori dettagli sulle tempistiche con cui tale tecnologia sarà integrata. Secondo quanto pubblicato da BusinessWire, ad esempio, la nuova JoyUI di Black Shark dovrebbe avere già attivo il supporto.

Via: XDA