Non c’è trucco e non c’è inganno, AnTuTu mette in fila i veri SoC più potenti di ieri e di oggi (foto)

Edoardo Carlo Ceretti

La questione è sorta sin dagli albori dell’universo smartphone e probabilmente non tramonterà mai, a giudicare con quale trasporto è tutt’oggi dibattuta. «È più potente il SoC di questo modello, oppure di quell’altro?». Sebbene spesso la risposta sia pleonastica, i siti di benchmark hanno tutto l’interesse a stilare classifiche basate sulle prestazioni degli ultimi ritrovati hardware. E AnTuTu ha voluto crearne una a dir poco particolare.

Non tanto per l’aspetto grafico, con un elenco verticale posizionato lungo la scia di un razzo, quanto perché prende in esame pressoché ogni SoC utilizzato sugli smartphone Android (sono esclusi i dispositivi iOS) degli ultimi 5 anni. Si parte dal fondo, dove troviamo vecchie glorie del calibro dello Snapdragon 801, e si arriva all’apice, ovvero ai giorni nostri.

LEGGI ANCHE: MediaTek svela il nuovo SoC 5G Dimensity 820

L’eterna diatriba fra Snapdragon 865 e Exynos 990 è vinta ancora una volta, secondo AnTuTu, dalla controparte Qualcomm, che tiene il rivale Samsung ad un distacco visibilmente ampio. Scorrendo dall’alto verso il basso, ci imbattiamo poi in Snapdragon 855+, Kirin 990 5G e persino nel nuovo Dimensity 1000+ di MediaTek, che promette molto bene nella fascia medio-alta del mercato.

Prima di lasciarvi all’immagine in galleria, specifichiamo che AnTuTu ha stilato la classifica sulla base delle prestazioni pure di CPU e GPU dei vari SoC che compaiono, tralasciando i dati relativi alle memorie e ai display, che chiaramente variano da modello a modello di smartphone, ma che non hanno a che fare direttamente con la forza bruta di un chip.

Via: GSM ArenaFonte: AnTuTu