Samsung Galaxy Note 9, Galaxy S9, Galaxy S9+ e Xiaomi Mi 8 SE si guadagnano il supporto ufficiale TWRP

Edoardo Carlo Ceretti Oltre ad un altro dispositivo Xiaomi, che non è uno smartphone, né un tablet.

Buone notizie per gli appassionati di modding. I curatori della TWRP, la più celebre delle custom recovery, hanno annunciato l’estensione del supporto ufficiale ad un gruppo di quattro smartphone molto diffusi, oltre ad un dispositivo a dir poco peculiare.

Si tratta di tre modelli lanciati da Samsung nel corso del 2018, in particolare gli smartphone di punta di quell’anno. Ovvero Galaxy S9, Galaxy S9+ e Galaxy Note 9, più nello specifico le varianti equipaggiate con SoC Exynos – ossia quelle commercializzate anche in Italia – che ora possono godere del supporto ufficiale TWRP.

LEGGI ANCHE: LG V60 ThinQ, la recensione

Stesso trattamento per Xiaomi Mi 8 SE, uno dei tanti modelli di fascia media che il produttore cinese lanciò sempre nel 2018, per affiancare il top di gamma Mi 8. A godere dello stesso privilegio è anche un altro dispositivo Xiaomi. Si tratta di un traduttore simultaneo, il Mi Translator, che grazie alla TWRP potrà essere equipaggiato con firmware più fruibili dal pubblico occidentale. Qui sotto vi lasciamo tutti i link per il download.

Via: XDA Developers
Xiaomi Mi8 SE

Xiaomi Mi8 SE

  • CPU
    octa 2.2 GHz
  • Display
    5,9" FHD+ / 1080 x 2246 px
  • RAM
    4 GB
  • Frontale
    20 Mpx ƒ/2.0
  • Fotocamera
    12 Mpx ƒ/1.9
  • Batteria
    3120 mAh
Samsung Galaxy Note 9

Samsung Galaxy Note 9

9.0

  • CPU
    octa 2.8 GHz
  • Display
    6,4" QHD+ / 1440 x 2960 px
  • RAM
    6 GB
  • Frontale
    8 Mpx ƒ/1.7
  • Fotocamera
    12 Mpx ƒ/1.5-2.4
  • Batteria
    4000 mAh
Samsung Galaxy S9

Samsung Galaxy S9

8.2

  • CPU
    octa 2.8 GHz
  • Display
    5,8" QHD+ / 1440 x 2960 px
  • RAM
    4 GB
  • Frontale
    8 Mpx ƒ/1.7
  • Fotocamera
    12 Mpx ƒ/1.5-2.4
  • Batteria
    3000 mAh