Google testa l’HDR sugli smartphone di fascia bassa tramite, grazie a Camera Go (Android Go) (foto)

Enrico Paccusse - Il prossimo passo sarà l'HDR+?

Abbiamo già parlato di quale sia l’audace obiettivo di Camera Go, l’applicazione creata da Google per gli smartphone con Android Go: portare anche sulla fascia più bassa un’esperienza fotografica impeccabile.

Dopo l’esordio con Nokia 1.3, presto dovrebbe sbarcare su migliaia di dispositivi, presenti soprattutto nei paesi in via di sviluppo. Per questo, XDA ha deciso di analizzare approfonditamente l’APK alla ricerca di qualche indizio per il futuro.

LEGGI ANCHE: OPPO (Reno) Ace 2 ufficiale in Cina

Il primo riguarda una funzionalità che il pubblico europeo conosce da tempo, l’HDR. Gli sviluppatori hanno infatti scovato un pulsante nascosto – “Detail Enhance” – destinato proprio ad attivare l’elaborazione avanzata dell’immagine (con tre scelte: On/Off/Auto).

Come già saprete, il funzionamento dell’HDR consiste nella combinazione di più immagini catturate nello stesso momento con esposizioni diverse a formare un risultato più luminoso e dettagliato.

Un procedimento che può sembrare banale per gli smartphone che siamo abituati ad utilizzare, ma che è invece complicato quando si ha una limitata potenza di calcolo a disposizione. Prossimo obiettivo: HDR+.

Fonte: XDA
Nokia 1.3

Nokia 1.3

  • CPU
    quad 1.3 GHz
  • Display
    5,7" HD+ / 720 x 1520 px
  • RAM
    1 GB
  • Frontale
    8 Mpx
  • Fotocamera
    8 Mpx
  • Batteria
    3000 mAh