Huawei sostituisce Google con il motore di ricerca Qwant: l’obiettivo è la privacy e sicurezza degli utenti

Vincenzo Ronca

Huawei ha appena annunciato un importante novità che investirà i suoi utenti e che riguarda la selezione del motore di ricerca predefinito sui suoi dispositivi. La novità è in linea con i recenti sviluppi che hanno portato l’azienda cinese a non adottare i Google Mobile Services.

Huawei ha annunciato ufficialmente la partnership ufficiale con Qwant, uno dei principali servizi di ricerca indipendenti a livello europeo. La scelta ha l’obiettivo di incrementare il livello di sicurezza e privacy degli utenti Huawei, in linea con le direttive vigenti in Europa, dettate dalla GDPR. Tutto questo si tradurrà nell’installazione di Qwant come motore di ricerca predefinito sugli smartphone Huawei. Il nuovo motore di ricerca offrirà agli utenti Huawei controlli granulari sui filtri da applicare ai risultati di ricerca e sul blocco dei cookie di terze parti.

LEGGI ANCHE: Huawei P40 Pro, la recensione

La partnership appena siglata tra Huawei e Qwant prevederà anche la collaborazione sul tema del 5G e dell’intelligenza artificiale. La novità di Qwant come motore di ricerca predefinito è già presente sulla serie P40 di Huawei ed è accessibile anche tramite l’app di ricerca Qwant, presente nel AppGallery del produttore cinese.