Ecco i nuovi smartphone che possono accedere alla Realtà Aumentata con Google Play Services per AR

Roberto Artigiani -

In origine Google provò la strada della Realtà Aumentata con Project Tango, che naufragò dopo poco (soprattutto a causa dei requisiti hardware necessari). Qualche tempo dopo BigG ha tentanto nuovamente la stessa strada puntando però sul software. La soluzione identificata si chiamava ARCore ed è stata recentemente ribattezzata Google Play Services per AR.

Oggi una serie di nuovi smartphone vengono inclusi nel supporto ufficiale, eccoli:

LEGGI ANCHE: Le migliori app Android per fare esercizio in casa

Questa operazione di inserimento manuale purtroppo è necessaria perché ogni dispositivo deve essere minuziosamente calibrato per ottenere una resa convincente degli effetti in Realtà Aumentata. Se il vostro smartphone figura nell’elenco ufficiale, dovreste trovare l’app installata in automatico dal sistema, in alternativa potete sempre procedere scaricandola in autonomia dal Play Store. Se invece non fosse supportato non vi resta che attendere oppure tentare la strada del sideload dell’APK, aspettatevi però artefatti e imprecisioni nella resa degli effetti.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

Via: XDA DevelopersFonte: Google
OPPO Find X2 Pro

OPPO Find X2 Pro

  • CPU
    octa 2.84 GHz
  • Display
    6,7" QHD+ / 1440 x 3168 px
  • RAM
    12 GB
  • Frontale
    32 Mpx ƒ/2.4
  • Fotocamera
    48 Mpx ƒ/1.7
  • Batteria
    4260 mAh
Nokia 7.2

Nokia 7.2

7.2

  • CPU
    octa 2.2 GHz
  • Display
    6,3" FHD+ / 1080 x 2280 px
  • RAM
    4 GB
  • Frontale
    20 Mpx ƒ/2.0
  • Fotocamera
    48 Mpx ƒ/1.8
  • Batteria
    3500 mAh
Redmi Note 8

Redmi Note 8

  • CPU
    octa 2 GHz
  • Display
    6,3" FHD+ / 1080 x 2340 px
  • RAM
    4 GB
  • Frontale
    13 Mpx ƒ/2.0
  • Fotocamera
    48 Mpx ƒ/1.8
  • Batteria
    4000 mAh