Huawei Music è un nuovo servizio di streaming musicale: un po’ tardi ma con 3 mesi gratis

Nicola Ligas -

Nella già affollata arena dello streaming musicale arriva ora un nuovo contendente, Huawei Music, che sulla carta sembra aver fatto i compiti a casa ed avere tutte le carte in regola per essere una valida alternativa.

Oltre 50 milioni di brani in “alta qualità” (non abbiamo dettagli precisi su questo punto), sincronizzazione su tutti i dispositivi supportati, identificazione dei brani (stile Shazam, per capirsi), possibilità di impostare un timer per fermare la riproduzione e di utilizzare il Party Mode, ovvero sincronizzare più dispositivi diversi dotati di Huawei Music in modo che riproducano gli stessi brani. Inoltre ci sono temi personalizzati per l’app stessa ed effetti sonori originali.

Il debutto del servizio avverrà con i nuovi P40, ma sarà ovviamente presente anche sugli altri smartphone Huawei. Huawei Music ribadisce insomma l’indipendenza dell’azienda cinese da tutto e da tutti, ed è una bella prova di forza in un momento non facile (in generale, ma nello specifico ci riferiamo alla ormai prolungata assenza dei servizi Google). Se poi Huawei Music avrà o meno lo spazio per prendere piede, è un altro discorso, ma gli affezionati utenti Huawei da oggi hanno sempre più alternative casalinghe cui affidarsi.

Per cercare di attirare nuovi utenti però, oltre ai 160 milioni di utenti già attivi fuori dall’Europa, Huawei sfodera una bella offerta di lancio. I primi 3 mesi sono gratuiti per chi si iscrive entro il 26 aprile. Il costo per i mesi successivi sarà di 9,99€/mese. Il servizio è compatibile con EMUI 4.0 o successive e gli utenti riceveranno una notifica di sistema nella giornata di oggi (26 marzo) per aggiornare l’applicazione e accedere con ID Huawei nel caso non l’avessero fatto in precedenza.