Google rinforza ulteriormente il proprio programma di sicurezza avanzato per individui a rischio

Giovanni Bortolan

Si ritorna a parlare di sicurezza e di Google, un binomio che molto spesso abbiamo sentito insieme. Dopo la nostra prova della Titan Security Key, quest’oggi parliamo di Advanced Protection, uno strumento che Google mette a disposizione di chiunque sia considerato a rischio attacchi, come politici o relativi membri, giornalisti e attivisti.

Uno dei numerosi vantaggi di Advanced Protection è che si evolve costantemente per difendersi dalle minacce emergenti, proteggendo automaticamente le informazioni personali da potenziali aggressori, e l’ultima aggiunta non è da meno, visto che si tratta di sicurezza Android. A partire da ora infatti, Google Play Protect (il servizio che monitora tutte le applicazioni presenti sul Play Store) è attivato automaticamente in tutti i dispositivi registrati al programma Advanced Protection.

Come protezione aggiuntiva, Google sta bloccando la maggior parte delle applicazioni installate da fonti terze rispetto al Play Store su qualsiasi dispositivo con un account Google registrato. Si potranno comunque reinstallare eventuali applicazioni previste dal produttore al momento dell’acquisto, così come non verranno toccate le applicazioni già presenti nello smartphone.

LEGGI ANCHE: Galaxy S20 venderà meno dei suoi predecessori

Questi cambiamenti avranno effetto a partire da oggi, e verranno gradualmente implementati per tutti gli account Google registrati al programma Advanced Protection.

Fonte: Google