Altro che AppGallery, i veri assi nella manica di Huawei saranno i potentissimi processori a 5nm

Giovanni Bortolan

A poche settimane dall’evento del colosso cinese Huawei la rete è già in subbuglio, in particolar modo sulle speculazioni riguardanti il nuovo top di gamma Huawei Mate 40 e il processore a bordo. Il nuovo gioiello di casa Huawei dovrebbe infatti essere equipaggiato con il nuovo processore Kirin 1020, la primissima soluzione con processo produttivo a 5 nm.

Secondo gli ultimi report dei media cinesi, il Q3 2020 sarà il periodo di esplosione della produzione dei processori a 5 nm, che vedrà come maggiori beneficiari Huawei e Apple, con la sua linea di iPhone del 2020. Sebbene siamo ancora distanti dall’avere dei parametri verificati, le prime voci di corridoio sulla potenza del nuovo Kirin 1020 non sono tardate ad arrivare.

Rispetto alla precedente generazione di processori (e anche rispetto al concorrente Snapdragon 865), il nuovo chip a 5 nm dovrebbe garantire delle prestazioni superiori del 50% e oltre. L’architettura a bordo dovrebbe essere la ARM Cortex A78 e ovviamente non mancherà il supporto alle reti 5G.

LEGGI ANCHE: OPPO Find X2 Pro ufficiale

Allo stato attuale il chip esisterebbe in due versioni: la prima, chiamata N5, offrirebbe un miglioramento prestazionale del 15% ed un consumo più contenuto del 30%. La seconda, la N5P, migliorarà ulteriormente i valori di N5, con un +7% in prestazioni e un ulteriore -15% in consumi.

Fonte: Gizchina