Samsung crede nei dispositivi pieghevoli: la produzione di display sarà quadruplicata nel 2020

Enrico Paccusse Samsung vuole diventare il produttore di riferimento per i dispositivi del futuro

Samsung crede nel futuro degli smartphone pieghevoli, e lo sta dimostrando non solo con il rilascio di ben due dispositivi (Z Flip e Fold) ma anche lavorando alacremente alla produzione dei display che serviranno per le versioni del futuro.

Attualmente, la divisione della società che si occupa di realizzare questo tipo di display produce circa 260mila unità al mese. Questo numero sarebbe però destinato a crescere a seguito di una maggiore domanda.

Entro maggio, si prevede che l’output mensile si aggirerà intorno alle 600mila unità, per arrivare poi verso la fine dell’anno ad un numero vicino al milione di pezzi (circa 4 volte la capacità attuale).

LEGGI ANCHE: Recensione Samsung Galaxy Z Flip

Ciò servirà non solo a supportare la realizzazione del prossimo Galaxy Fold, ma anche a rifornire tutte le altre società che vorranno gettarsi nel settore dei pieghevoli.

Se questa nicchia di dispositivi raggiungerà davvero il successo e la penetrazione che Samsung si augura, allora gli avanzamenti tecnologici a cui sta lavorando ora la società saranno ampiamente ripagati.

Via: SamMobile
Samsung Galaxy Z Flip

Samsung Galaxy Z Flip

8.0

  • CPU
    octa 2.96 GHz
  • Display
    6,7" FHD+ / 1080 x 2520 px
  • RAM
    8 GB
  • Frontale
    10 Mpx ƒ/2.4
  • Fotocamera
    12 Mpx ƒ/1.8
  • Batteria
    3300 mAh
Samsung Galaxy Fold

Samsung Galaxy Fold

7.9

  • CPU
    octa 2.84 GHz
  • Display
    7,3" 1536 x 2152 px
  • RAM
    12 GB
  • Frontale
    10 Mpx ƒ/1.9
  • Fotocamera
    12 Mpx ƒ/1.5-2.4
  • Batteria
    4380 mAh