Mega aggiornamento in vista per la versione Android di OneDrive (foto)

Federica Papagni

Dopo i corposi aggiornamenti di OneDrive rilasciati sulla versione iOS e sulla versione desktop web negli anni precedenti, ora, finalmente, è il turno di Android.

L’aggiornamento, rilasciato da Microsoft, prevede il rinnovamento del design, il miglioramento e l’aggiunta di alcune funzionalità e la dark mode, così in voga nell’ultimo periodo.

Design

Dal punto di vista del design, gli sviluppatori si sono impegnati per apportare dei miglioramenti non solo per quanto riguarda le icone e lo stile, in modo da allinearle maggiormente alle versioni su webiOS, ma anche la leggibilità, che risulta essere migliorata grazie alla revisione della dimensione e spaziatura dei caratteri. Un’altra piccola novità riguarda l’icona della scansione, che ora non è più un semplice obbiettivo, ma una fotocamera.

Funzionalità migliorate e aggiunte

La prima funzionalità a essere stata migliorata è quella della ricerca. Gli sviluppatori hanno aggiunto un interruttore, da poter attivare o disattivare a proprio piacimento, che permette di effettuare una ricerca sia su OneDrive che su SharePoint.

La seconda da selezionare riguarda i PDFMicrosoft ha riformulato, infatti, la ricerca degli strumenti da poter utilizzare per le Note, le cui prestazioni sono state migliorate, e per sottolineare i file PDF. Ora, le penne, la gomma, gli evidenziatori sono posizionati nella parte inferiore dello schermo. Inoltre, i PDF scansionati sono recuperabili nella sezione “File recenti” e la firma degli utenti è più fluida e semplice da inserire.

LEGGI ANCHE: Tutto pronto per il primo aggiornamento del Galaxy S20 Ultra

Grazie alla funzionalità “In questo giorno“, gli utenti possono sfogliare i ricordi, legati a quel determinato giorno, accaduti negli anni precedenti. Questa funzionalità potrebbe non sembrare una novità, perché era già disponibile per alcuni utenti, mentre ora è stata estesa a tutti.

Infine, l’ultima aggiunta è “File recenti“, già disponibile su iOS e sul web, che raggruppa automaticamente tutti i file (anche PDF e scansioni) aggiunti o consultati di recente.

Dark Mode

L’ultima, ma non meno importante, caratteristica in dirittura d’arrivo è la Dark Mode. Diffusa in un primo momento solo a una ristretta cerchia di utenti, ora sta iniziando a essere implementata anche su tutti gli altri account.

 

Tirando le somme, questo aggiornamento è quella ventata di aria fresca che serviva alla versione Android, d’altro canto è anche considerato il più grande degli ultimi tempi, e presto sarà rilasciato su tutti i dispositivi.

Screenshot

Fonte: Neowin