Huawei fa la voce grossa: AppGallery conta già 400 milioni di utenti attivi ogni mese

Enrico Paccusse Lo store proprietario di Huawei si posiziona al terzo posto, dopo i due giganti, anche se probabilmente fa ancora troppo affidamento sul popolo cinese

Ormai sembra assodato: Huawei non vuole più fare affidamento sugli Stati Uniti e, di conseguenza, sulle applicazioni offerte da Google. La perenne concessione di proroghe non può essere la base di un progetto di lungo periodo.

La strategia è chiara: rimpiazzare tutte le applicazioni off-limits con delle valide alternative (l’accordo con TomTom ne è un esempio). Tra queste c’è anche lo store di Google, il Play Store, un tassello fondamentale per ogni ecosistema che si rispetti.

LEGGI ANCHE: TrovApp è la vera alternativa al Play Store negli smartphone Huawei?

L’alternativa di Huawei, in questo caso, si chiama AppGallery, fresca di nuovo look per il lancio di Mate XS. Uno store però non è nulla senza sviluppatori che lo popolino. E cosa muove gli sviluppatori? Gli utenti!

Ebbene, secondo l’ultimo comunicato stampa di Huawei, pare che questi utenti non manchino. A quanto si legge, nel 2019 AppGallery ha raggiunto il numero di 400 milioni di utenti su base mensile, con 210 miliardi di download all’attivo (volete sapere le più scaricate in Italia?).

La strada davanti a Huawei è ancora tanta. Basti pensare che il Play Store contava 1 miliardo di utenti attivi mensilmente ben cinque anni fa. Ecco spiegato l’investimento importante di 1 miliardo di dollari e la creazione di una HMS Academy anche in Italia. Gran parte degli utenti sono cinesi, c’è bisogno di internazionalizzazione per fare davvero concorrenza.

Via: 9to5googleFonte: Newswire