PostmarketOS al lavoro sul porting di Anbox: presto anche gli smartphone Linux potranno usare le app Android (video)

Roberto Artigiani

Uno dei punti chiave degli smartphone equipaggiati con Linux – come PinePhone o Purism Librem 5 – è il fatto che usano software libero e open source al posto di Android, che Google ha reso solo parzialmente aperto. Purtroppo però, anche se i due OS hanno molto in comune, c’è una enorme differenza nella quantità e qualità di app a disposizione degli utenti del robottino verde rispetto a quelli del placido pinguino. Inoltre la maggioranza delle app per Linux non sono ottimizzate per dispositivi mobili.

Capirete quindi perché qualche anno fa la comunità di linuxiani ha accolto con molto interesse l’arrivo di Anbox, un tool in grado di far girare app Android su Linux. Ma è solo notizia recente il fatto che gli sviluppatori di PostamarketOS – una custom ROM open source basata su Alpine Linux – hanno annunciato di essere riusciti a portare Anbox sulla loro piattaforma.

LEGGI ANCHE: DTS:X a 7.1 e certificazione di resistenza militare per LG Q51

Non per spegnere l’entusiasmo, ma dobbiamo notare che i lavori sono ancora nel pieno e manca molto alla conclusione. Gli sviluppatori però pensano che la versione stabile sarà pronta per la fine dell’anno. I possessori di altri dispositivi supportati, come Nexus 5, probabilmente invece dovranno attendere ancora anche se in alternativa è già disponibile la versione beta. In attesa di aggiornamenti, vi lasciamo a un video in cui si può osservare PostmarketOS su PinePhone con shell Phosh (basata sull’interfaccia grafica Gnome).

 

Via: Liliputing