Forse in futuro dovremo fare a meno delle barre di navigazione personalizzate (foto)

Giovanni Bortolan

Dopo la rapidissima diffusione delle varie modalità di navigazione tramite gesti (gestures, ndr) all’interno delle personalizzazioni dei produttori di smartphone, il numero di applicazioni che permette di modificare la barra di navigazione è cresciuto in maniera esponenziale. Ciò è dovuto anche alla possibilità di nascondere quella originale in maniera molto semplice, ovvero tramite il comando ADB wm overscan.

Con l’arrivo di Android 11 tuttavia, la console ADB non riconosce più il comando overscan, che viene etichettato come “sconosciuto”. Questo rende particolarmente difficile l’installazione di app di terze parti dedicate, in quanto comporta principalmente due cose: il primo caso è quello in cui il dispositivo mostra entrambe le barre di navigazione (quella nativa sotto e quella installata appena sopra), il secondo caso invece vede il crash o un generale malfunzionamento dell’applicazione installata.

LEGGI ANCHE:  Google lancia GameSnacks

Non è ancora ben chiaro se si tratta di un bug o se la rimozione del supporto al comando overscan è una scelta di Google per forzare l’utilizzo dei propri comandi di navigazione, fatto sta che per capirne di più dovremo attendere la prossima versione DP di Android 11, o aspettare che Google stessa si pronunci.

Fonte: Android Police