Anche Galaxy Z Flip subisce i danni del Coronavirus: ritardi di produzione e di consegna in vista

Giovanni Bortolan -

Il diffondersi del Coronavirus (e soprattutto delle contromisure necessarie adottate) stanno causando numerosi danni e ritardi ai principali produttori di prodotti tecnologici. A subirne particolarmente sono le catene di montaggio, specialmente quelle poco automatizzate. A causa della facilità di propagazione del virus, i produttori stanno prendendo forti precauzioni al manifestarsi dei primi casi.

L’ultima azienda a fare ciò è Samsung, che nella giornata di oggi ha confermato l’intenzione di chiudere lo stabilimento di Gumi a causa di un dipendente trovato positivo al virus COVID-19. La fabbrica, situata a 200 km da Seoul, era una di quelle adibite alla produzione dei modelli di fascia alta, in particolare di Galaxy Fold e Galaxy Z Flip.

Il blocco totale della fabbrica sarà in vigore fino alla giornata di lunedì, anche se per riprendere i normali ritmi di lavoro si prevede un periodo più lungo. Sarà infatti necessario per Samsung capire l’evolversi della situazione per poi stabilire un piano preventivo che permetta ai dipendenti di lavorare in condizioni sicure.

LEGGI ANCHE:  Gli iPhone scarseggiano a causa del Coronavirus

Fortunatamente (se così si può dire) per Samsung il blocco dello stabilimento coincide con il weekend, riducendo quindi l’impatto sulla produzione. Nel complesso tuttavia ci troviamo di fronte ad una situazione che non giova a nessuno, specialmente al produttore, che in qualche modo dovrà far fronte all’alta richiesta del suo nuovo prodotto.

Aggiornamento

Abbiamo parlato della notizia anche nel nostro podcast, SmartWorld News

Ascolta “22/02 – Ritardi su Galaxy Z Flip, nuovo malware sul Play Store e renuinon di Friends” su Spreaker.

Fonte: SamMobile