Ora Google Assistant può anche fare il pieno alla vostra auto (elettrica)

Roberto Artigiani -

Google Assistant ha mosso i primi passi supportando alcuni prodotti per la smart home come termostati e luci, ma da allora si è notevolmente allargato arrivando a poter comandare diverse dozzine di dispositivi di ogni tipo dagli aspirapolevere, a fotocamere, elettrodomestici, accessori per il bagno e serrature. Ad essere precisi, con l’ultimo aggiornamento, il totale raggiunge circa 60 categorie diverse di prodotti.

La novità che vi riportiamo oggi riguarda il supporto nativo alla possibilità di chiedere all’assistente vocale di gestire apparecchi che erogano carica elettrica (come i normali caricatori per smartphone), che mantengono la carica (qualsiasi cosa che contenga batterie ricaricabili) o che sono vere e proprie batterie. Le nuove azioni consentono di avviare/fermare la carica, chiedere lo stato di carica (in percentuale, miglia o secondi) e quanto manca al completamento della carica.

LEGGI ANCHE: Le ultime offerte di Gearbest

Impossibile non pensare quindi alle automobili elettriche, anche se la nuova funzione può essere utilizzata su molti tipi di apparecchi diversi. Tra quelli che però ancora mancano all’appello sono – per una curiosa, ma non insolita anomalia googliana – proprio gli smartphone Pixel. In attesa di poterlo fare anche con il vostro ultimo ‘googlefonino’, ora potete chiedere ad Assistant: “Hey Google, carica la mia auto” oppure “È in carica? Quanto manca alla fine?”.

GRUPPO FACEBOOK DI SMARTWORLD

CANALE TELEGRAM OFFERTE

Via: Android PoliceFonte: Google (1), (2)