Huawei P40 avrà a bordo un sensore targato Sony, ma non arriverà a 108 MP (e forse non è un male)

Matteo Bottin

Nuove fonti vengono a confermare quello che già si vociferava il mese scorso: i prossimi Huawei P40 (tutta la serie) avranno a bordo un sensore da 52 MP targato Sony. Stiamo parlando del sensore CMOS Sony IMX700, il quale va in accoppiata con il “vecchio” filtro RYYB già usato su P30 Pro. Dunque Huawei resterà indietro rispetto alla concorrenza non usando un sensore da 108 MP? Forse no.

Finora gli esponenti principali con a bordo sensori da 108 MP sono Samsung (con il suo Galaxy S20 Ultra) e Xiaomi (con i suoi Mi 10). L’implementazione finale, però, è un po’ diversa. Il Sony IMX700 usa un’area 1/1.33 che supporta il pixel binning a 16 pixel (4×4), ottenendo un’unica area fotosensibile dalla lunghezza di 4,48 μm.

In confronto, Galaxy S20 Ultra supporta il binning a 9 pixel (3×3), con lunghezza da 2,4 μm, e MI 10 supporta il binning a 4 pixel (2×2) con lunghezza da 1,6 μm. In questo modo P40, nonostante porti con sé un sensore da meno MP, potrebbe avere un vantaggio in condizioni di scarsa luminosità.

LEGGI ANCHE: La prima foto scattata da uno Huawei P40 ritrae un Quetzal arrabbiato

Infine, insieme al Sony IMX700 Huawei P40 Pro dovrebbe equipaggiare una lente grandangolare con sensore da 40 MP, periscopio 10x e sensore ToF. Vedremo in fase di recensione come se la caverà questo comparto fotografico.

Via: GizChina