L’autonomia di OPPO Find X2 è straordinaria, e potrebbe far riflettere Samsung

Giovanni Bortolan

Con un recente tweet Ice universe ha mostrato il comportamento di un OPPO Find X2 in un contesto quotidiano, in particolare per ciò che riguarda l’aspetto dell’autonomia. Gli screenshot testimoniano un 81% di batteria residua poco dopo le ore 12:30, con 4,5 ore di utilizzo e 2 ore di schermo acceso. Il tutto con 5G attivo, risoluzione QHD+ e refresh rate a 120Hz.

Le schermate sono in cinese, e per giunta incomprensibili, e mancano inoltre dei grafici che testimonino l’effettivo periodo di utilizzo dall’ultima carica. Tuttavia se così realmente fosse saremmo davanti ad uno smartphone dall’autonomia più che eccellente, al di sopra di qualsiasi aspettativa.

LEGGI ANCHE: Annoiati per la troppa attesa in aeroporto?

Il test fa nascere spontanea una piccola riflessione che coinvolge un altro produttore di telefoni, ovvero Samsung. Di recente il produttore coreano ha annunciato la sua nuova gamma di dispositivi di fascia alta, anch’essi dotati di display QHD+ a 120Hz. Tuttavia le due caratteristiche non possono convivere insieme, in quanto il sistema limita il refresh rate a 60Hz se si imposta il massimo della risoluzione. Samsung ha certamente adottato questa strategia per salvaguardare i consumi dei dispositivi eppure, viste le premesse, non sarebbe un male poter testare l’autonomia dei nuovi S20 in risoluzione piena a 120Hz.