La batteria del prossimo Google Pixel potrebbe durare di più, ma non per il motivo che sperate

Giovanni Bortolan -

Che gli ultimi Google Pixel non siano dei mostri assoluti di autonomia è cosa nota; è proprio la durata della batteria la caratteristica più criticata all’azienda di Mountain View in merito alla sua gamma di smartphone. Diamo per scontato che questi feedback siano arrivati alle orecchie di Google, pertanto è più che lecito aspettarsi delle migliorie su questo fronte.

Il primo indizio è emerso nella giornata di ieri da un tweet di Mishaal Rahman, che sottolinea la natura speculativa delle sue affermazioni: la prossima gamma Pixel potrebbe integrare una modalità a “consumi ultra bassi“. L’implementazione del codice all’interno di AOSP è ad opera di un ingegnere dei sistemi di alimentazione (molto probabilmente parte del team Pixel). Questa modalità dovrebbe risparmiare molta più batteria rispetto al classico risparmio energetico, in quanto andrebbe a limitare pesantemente l’esperienza utente, sia in termini di funzioni che in termini di interfaccia.

LEGGI ANCHE: Netflix, Sex Education: annunciata la terza stagione

In fin dei conti si tratta di una funzione già inserita dagli altri produttori nei loro telefoni, semplicemente con nomi diversi. Sarà tuttavia interessante capire l’approccio che adotterà Google per questo tipo di implementazione software e soprattutto se essa verrà accompagnata da un aumento di capacità della batteria stessa. Ai posteri l’ardua sentenza.