Non saranno gli RCS, ma questa funzione di Messaggi farà felici molti di noi (foto)

Matteo Bottin

Con l’aumento costante dei GB all’interno della nostra offerta mobile noi italiani stiamo usando sempre meno gli SMS. C’è però una funzione per la quale siamo costretti a dipendere ancora da questa tecnologia: gli SMS di verifica. Ad alcuni utenti, però, anche questa funzione potrebbe diventare “trasparente”.

Lo scorso settembre un aggiornamento dei Play Services promise di collegare gli SMS ai sistemi di autenticazione a due fattori (2FA) mettendo a disposizione le SMS Retriver API. Queste API permettono di ricevere i codici di autenticazione via SMS e di inserirli automaticamente nel campo corretto dell’applicazione, evitando di dover aprire l’app dei messaggi.

Ebbene, pare che alcuni utenti abbiano finalmente iniziato a ricevere questa funzione. Non si capisce benissimo con quale criterio sia stata resa disponibile (probabilmente si tratta di una attivazione lato server) ma è stata beccata con i Play Services 20.04.12 e Google Messaggi 5.5.096 (beta).

LEGGI ANCHE: Modalità notturna di Whatsapp su iOS: ci siamo quasi!

Pare però che questo autocompletamento non funzioni su Chrome e sia disponibile anche nel caso in cui Messaggi non sia l’app predefinita per gli SMS. Ma com’è possibile attivare questa funzione? Un teardown di XDA Developers ha beccato l’impostazione in Impostazioni > Google > Autocompletamento del codice di verifica, ma sembra non sia disponibile per tutti (e, soprattutto, anche attivando la voce non è detto che la cosa funzioni).

Via: Android Police