Le app Android diventano in streaming con Anbox Cloud di Canonical, basato su Ubuntu

Nicola Ligas

Canonical annuncia Anbox Cloud, una piattaforma basata su Ubuntu 18.04 LTS, che consente di distribuire applicazioni Android direttamente dal cloud. App in streaming insomma, che non necessitano di essere installate sul dispositivo, e che permettono alle aziende di abilitare vari tipi di servizio, come il cloud gaming, il software testing, o anche la virtualizzazione di interi dispositivi mobili, oltre a distribuire applicazioni specifiche per il lavoro in azienda.

I vantaggi dello streaming sono insomma sempre gli stessi: la macchina che li riceve non necessita di particolare potenza di calcolo, non installa nulla, ed i software sono sempre aggiornati e per di più facilmente gestibili in maniera centralizzata dagli amministratori di sistemi. Gli svantaggi sono rappresentati dalla necessità di connessione, e non è un caso che nell’annuncio Canonical faccia espressamente riferimento al 5G.

LEGGI ANCHE: La nostra rubrica dedicata a Linux

Del resto la direzione in cui il mercato si sta muovendo è proprio quella di una sempre maggiore “virtualizzazione dell’hardware“, al punto che in futuro avremo solo bisogno di tanti schermi, che logicamente saranno ovunque, e di un qualche sistema di I/O; CPU, RAM, storage ecc. saranno un problema del passato. Un giorno…

Fonte: Canonical
ubuntu