Questo (era) Nextbit Robin 2 (foto)

Matteo Bottin

In un mondo fatto di file locali e memorie interne che crescevano sempre di più, Nextbit Robin si distinse dalla massa per essere il primo “smartphone cloud”. Causa forse i tempi prematuri, forse un’attrattiva non così marcata, quasi due anni fa i server di Nextbin hanno chiuso ponendo la parola “fine” al progetto.

Ma l’azienda, acquisita da Razer, non si era fermata alla progettazione del primo modello: era in cantiere la seconda iterazione, Nextbit Robin 2. Questo dispositivo non ha mai visto il mercato, ma è stato comunque portato al CES 2020 per essere visto dalla stampa.

Il design, molto vicino al primo modello, era decisamente iconico per il periodo (parliamo comunque del 2016/2017). Purtroppo le specifiche sono sconosciute, ma forse è meglio così: come avreste voluto fosse il seguito di Nextbit Robin? Ora avrebbe più mercato?

Fonte: Android Central
nextbit robin