Il comparto audio di Mate 30 Pro suona ma non balla, secondo DxOMark (foto)

Vincenzo Ronca

DxOMark è un’azienda francese che, oltre a produrre software per i professionisti del mondo della fotografia, da diverso tempo fornisce un autorevole giudizio sul comparto fotografico degli smartphone. Da poco DxOMark ha allargato i suoi orizzonti di giudizio anche al comparto fotografico anteriore e a quello audio.

Huawei Mate 30 Pro, il dispositivo che attualmente occupa il secondo gradino del podio della classifica DxOMark per fotocamera posteriore, è stato testato anche sotto il punto di vista delle performance audio. L’attuale top di gamma ha ricevuto una valutazione parziale di 60 punti, attestandosi sorprendentemente nelle parti basse della classifica relativa al comparto audio di DxOMark, guidata da iPhone 11 Pro Max con 71 punti.

LEGGI ANCHE: Huawei Mate 30 Pro, la recensione

DxOMark svolge i test audio secondo due macro-categorie, in modalità Registrazione e in modalità Playback. La prima ha ricevuto l’ottima valutazione parziale di 72 punti: tra i punti che hanno convinto maggiormente troviamo la buona capacità di riproduzione delle tonalità, l’ottimo volume audio in registrazione e la dinamica sonora comparabile con gli altri top di gamma. Mate 30 Pro ha convinto sensibilmente meno in Playback, dove ha ricevuto una valutazione parziale di 54 punti, essenzialmente a causa della perdita dei dettagli, la limitazione che implica lo speaker mono e i volumi molto bassi.

Per ulteriori informazioni sui test condotti vi suggeriamo di leggere il report completo disponibile sul sito ufficiale di DxOMark, dove troverete anche diversi esempi e confronti. Qui sotto invece trovate un riepilogo grafico dei test effettuati su Huawei Mate 30 Pro.

DxOMark