OnePlus Concept One è un 7T Pro McLaren Edition con fotocamere “evanescenti” (video)

Nicola Ligas

OnePlus ha portato al CES 2020 il suo Concept One, un nuovo smartphone che probabilmente non vedrà mai gli scaffali dei negozi, e che esiste col solo scopo di mostrare una nuova tecnologia che già avevamo anticipato nei giorni scorsi, quella che permette di far “scomparire” le fotocamere posteriori, nascoste dietro ad un vetro oscurabile.

Il video qui sotto illustra bene ciò di cui stiamo parlando, ed anche chi lo ha potuto toccare dal vivo lo conferma: funziona! Fintanto che non avvierete l’app della fotocamera, la triplice serie di fotocamere posteriori sarà invisibile, nascosta dall’opacità del vetro posteriore, che diventa “magicamente” trasparente all’occorrenza.

Il funzionamento effettivo di questa tecnologia è in realtà piuttosto semplice. Vengono infatti utilizzati due strati di vetro con due strati conduttivi tra di loro, ed uno strato elettrocromatico nel mezzo. Facendo passare una carica attraverso gli strati conduttivi, l’opacità di quello elettrocromatico cambia, rivelando o celando ciò che c’è al di sotto (il tempo di switch è di circa 0,7 secondi). Idea semplice, ma non chiedeteci tenuta nel tempo, delicatezza o altri fattori. Vi basti sapere che la stessa McLaren impiega una cosa simile nella sua 720S, quindi parliamo comunque di un qualcosa di già collaudato.

E sia chiaro che, per quanto “celante” sia questa tecnica guardando lo smartphone perpendicolarmente non vedrete le fotocamere, ma inclinandolo un po’ si intuisce dove siano i cerchi dei vari sensori. Non è insomma del tutto impeccabile, anche perché lo strato elettrocromatico è solo uno ed anche molto, molto sottile. Date un’occhiata alle foto scattate da The Verge che trovate in galleria, e capirete meglio di cosa parliamo.

Ed il motivo di tutto ciò? Duplice in realtà. Mostrare al mondo che l’azienda è in grado di realizzare cose particolari e uniche (anche se, come “concept” in sé, stupisce molto di più il Mi MIX Alpha di Xiaomi, tanto per fare un esempio), e, in futuro, vendere più facilmente telefoni con mille fotocamere. Del resto, dal punto di vista estetico, tanti sensori posteriori difficilmente riescono a compiacere lo sguardo, mentre con questa tecnologia è possibile ottenere un design molto più pulito.

C’è però una funzione peculiare, se sfruttata a dovere. Anziché essere opaco o trasparente, il vetro può diventare anche semi-trasparente, diventando una sorta di filtro, utile per catturare contenuti in condizioni di forte luminosità, ovvero contro fonti di luce. Potete sfruttare questa particolarità solo dalla modalità Pro della fotocamera, garantendovi in pratica altri tre stop di luminosità (in meno)

L’unica altra particolarità di questo smartphone è quella di avere una back cover in pelle cucita, di colore “Papaya Orange”, ispirata appunto ai colori McLaren, rinnovando una partnership che si è sempre basata sull’estetica, più che altro.

Via: The Verge
Oneplus 7T Pro

Oneplus 7T Pro

8.4

  • CPU
    octa 2.96 GHz
  • Display
    6,67" QHD+ / 1440 x 3120 px
  • RAM
    8 GB
  • Frontale
    16 Mpx ƒ/2.0
  • Fotocamera
    48 Mpx ƒ/1.6
  • Batteria
    4080 mAh