Nonostante tutto, è stato un 2019 da record per Huawei: 240 milioni di smartphone spediti nel mondo (aggiornato)

Edoardo Carlo Ceretti -

Il 2019 è stato un anno a dir poco controverso per Huawei, che ha dovuto fronteggiare un imprevisto che le ha creato enormi grattacapi, ovvero lo scontro frontale con il governo degli Stati Uniti, con il conseguente ban dal mercato a stelle e strisce, ancora non pienamente risolto. L’impatto di questo avvenimento sarebbe potuto essere catastrofico se il colosso cinese non avesse avuto le spalle belle larghe, ma in pochi avrebbero pronosticato che l’anno si sarebbe concluso con spedizioni da record nel settore smartphone.

E invece è proprio così, secondo le previsioni ufficiali comunicate da Richard Yu, CEO di Huawei. Se infatti nel 2018 il produttore cinese aveva infranto per la prima volta quota 200 milioni di smartphone spediti, in questo 2019 l’asticella dovrebbe alzarsi oltre le 230 milioni di unità, con la previsione più rosea che parla di 250 milioni di unità.

LEGGI ANCHE: Cosa regalare a Natale 2019

È difficile ipotizzare quali numeri avrebbe potuto macinare Huawei senza le complicazioni dovute alla guerra economica fra Stati Uniti e Cina, rimane però il fatto che il gigante cinese può guardare al futuro con ottimismo, sebbene una definitiva distensione nei rapporti con gli americani sia auspicabile. Quanti di voi hanno acquistato uno smartphone Huawei nel corso di questo 2019?

Aggiornamento02/01/2020

E alla fine, le previsioni si sono avverate. Erix Xu, attuale Rotating Chairman di Huawei, ha infatti annunciato i numeri da capogiro di cui si è fregiata l’azienda nel corso del 2019, in un messaggio indirizzato ai suoi dipendenti.

Sono stati 240 milioni gli smartphone Huawei spediti nel mondo, per entrate che hanno toccato gli 850 miliardi di yuan (circa 109 miliardi di euro), in aumento del 18% rispetto al 2018. Un anno da record quindi, nonostante i problemi che il produttore ha dovuto affrontare. Nel corso di questo mese di gennaio è poi prevista l’attesa schiarita nei rapporti commerciali fra USA e Cina, dunque anche Huawei potrebbe beneficiarne e guardare al nuovo anno con rinnovate ambizioni.

Via: Gizmochina.com (1), (2)